info@festivalfrancescano.it     334 2609797
Rossana Antiga
Ballerina

Formatasi più di trent’ anni fa, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, ha progettato il Corso di specializzazione per mimi teatrali in collaborazione con la Fondazione Carlo Felice ed è stata membro del Consiglio direttivo dell’A.N.I.D. ( Associazione Nazionale Insegnanti Danza).
Dal 2007 è supervisore artistico di Mus-e Genova, un progetto internazionale secondo il quale, attraverso l’arte, i bambini imparano a comunicare con un linguaggio universale in cui le differenze diventano ricchezze.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Laura Ballio
Giornalista

Sul suo profilo di Twitter scrive: “in pensione con passione”. Continua a collaborare con il Corriere della Sera, il blog femminile la27esimaora e con Il Tempo delle Donne.
È stata caporedattore spettacoli e lifestyle del Corriere della Sera/Sette. Ha cominciato a lavorare nel 1976 nella redazione di Repubblica, per poi passare all’Europeo e a Marie Claire.
Ha scritto, con Adriano Zanacchi, Carosello Story (Eri, 2009).

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sul corpo delle donne

Paolo Benanti
Teologo

Frate francescano del Terzo Ordine Regolare (TOR), insegna presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, presso il Pontificio Collegio di Anagni e presso l’Istituto teologico di Assisi, occupandosi di etica, bioetica ed etica delle tecnologie. In particolare, i suoi studi si focalizzano sulla gestione dell’innovazione: Internet e l’impatto del Digital Age, le biotecnologie per il miglioramento umano e la biosicurezza, le neuroscienze e le neurotecnologie.
Tra i suoi libri: La condizione tecno-umana. Domande di senso nell’era della tecnologia (EDB, 2016); La persona in relazione con la vita. Questioni morali e sociali su malattia e benessere, con Roberta Vinerba (Cittadella, 2015).

Domenica 30 settembre, ore 18.00
Il corpo tra comunicazione e manipolazione

Daniele Bresciani
Giornalista

Milanese, classe 1962, ha iniziato a scrivere per riviste e quotidiani nel 1984. Giornalista professionista dal 1991, ha lavorato per otto anni alla Gazzetta dello Sport, è stato vicedirettore di Vanity Fair fino al 2012 e successivamente di Grazia fino al 2014.
Ha collaborato per testate inglesi come The Guardian e The Sunday Times Magazine e ha pubblicato due romanzi, Ti volevo dire (Rizzoli, 2013) e Nessuna notizia dello scrittore scomparso (Garzanti, 2017). Dal 2014 si occupa di comunicazione d’azienda.

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sulcorpo delle donne

Brothers in God
Band musicale

È un progetto di evangelizzazione attraverso la musica, nato nel 2012 da Daniele Fabellini e Jacopo Zembi all’interno della fraternità Gi.Fra di RPC-Farneto. Tutti i proventi dell’attività vanno in beneficenza.

Sabato 29 settembre, ore 20.30
Sogna in BiG!

Massimo Bottura
Chef

È chef patron dell’Osteria Francescana di Modena, tre stelle Michelin. Da quattro anni non scende dal podio del famoso World’s 50 Best Restaurants, il Nobel della ristorazione (primo ristorante al mondo negli anni 2016 e 2018, terzo nel 2015 e secondo nel 2017).
La sua ultima pubblicazione edita per L’ippocampo s’intitola Il pane è oro. In questo libro, Bottura parla anche della sua attenzione per il tema dello spreco alimentare che, con i suoi refettori (mense che utilizzano gli esuberi di cibo dei supermercati e di altri fornitori locali per offrire pasti sani e stagionali alle persone in difficoltà) cerca di combattere.

Venerdì 28 settembre, ore 18.30
Cibo per l’anima: dal ristorante al refettorio

Elena Buia Rutt
Poetessa e critico letterario

Ha scritto libri su Pier Vittorio Tondelli e Flannery O’Connor e con il marito Andrew Rutt ha tradotto lettere e saggi inediti di Flannery O’Connor, oltre a poesie scelte di Mary Oliver e Rowan Williams (ex Arcivescovo di Canterbury). Collabora alle pagine culturali di diversi quotidiani e riviste nazionali, tra le quali La Civiltà Cattolica e L’Osservatore Romano.
La sua prima raccolta di versi Ti stringo la mano mentre dormi (Fuorilinea, 2012) è entrata nella terzina dei finalisti del Premio Fogazzaro.

Domenica 30 settembre, ore 15.30
A colloquio col vento

Maria Giovanna Caccialupi
Psicologa e psicoterapeuta

Dagli anni ’70 ha lavorato nel Servizio sanitario pubblico per la promozione e la tutela della salute della donna, del bambino e della famiglia. Ha fondato nel 1991 il Centro per la Salute delle donne straniere e dei loro bambini, un servizio rivolto a tutte le donne e bambini stranieri, indipendentemente dalla loro condizione e posizione in Italia.
In diverse sedi formative, universitarie e non, ha promosso strumenti formativi e operativi per facilitare la comunicazione tra operatori socio-sanitari e pazienti stranieri attraverso progetti di mediazione culturale e di formazione alla clinica transculturale.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Cecilia Camellini
Campionessa paralimpica

Classe 1992, è una nuotatrice non vedente, campionessa europea, mondiale e paralimpica nello stile libero e nel dorso.
Si è laureata nel 2017 in psicologia clinica con una tesi dal titolo “Indagine sui livelli di empatia, benessere psicologico e strategie di regolazione emotiva in ambito medico” e sta completando la formazione per diventare psicologa e psicoterapeuta, affiancata da professionisti specializzati in ambito clinico e sportivo.

Sabato 29 settembre, ore 10.00
L’essenziale è invisibile agli occhi

Paolo Canali
Direttore Edizioni Biblioteca Francescana

Frate minore dal 1983, dopo gli anni della formazione, a Milano e a Fribourg in Svizzera, ha svolto diversi servizi di animazione della fraternità a livello locale, provinciale e generale.
È stato docente di teologia dogmatica e ha seguito diverse Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare. Dal 2012 è responsabile della Biblioteca Francescana di Milano e delle Edizioni Biblioteca Francescana.

Venerdì 28 settembre, ore 15.00
Tu sei bellezza

Alberto Canepa
Regista e attore

Direttore artistico del Teatro di Camelot, inizia la sua eclettica carriera come musicista. Nel 1972 partecipa al Festival di Sanremo con il gruppo I Delirium (Ivano Fossati). Nel 1977 fonda, con Gianpiero Alloisio e Gianni Martini, il gruppo Assemblea Musicale Teatrale. Con questo gruppo, che viene invitato per quattro edizioni consecutive al Club Tenco di Sanremo, stabiliscono diverse e profonde collaborazioni artistiche Francesco Guccini, Dario Fo e Giorgio Gaber. Nel 1981 lavora come attore con Ombretta Colli nello spettacolo “Gli ultimi viaggi di Gulliver”, sotto la regia di Giorgio Gaber. Dal 1982 lavora come regista per la televisione; dal 1990 si occupa della regia teatrale e della direzione artistica di grandi eventi di piazza legati a ricostruzioni storiche.
Dal 2001 (con il gruppo teatro di Opera dell’Immacolata, Bologna) guida il progetto teatrale che vede protagonisti attori con disabilità, partecipando ai percorsi formativi e di laboratorio per persone disabili e firmando la regia di tutti gli spettacoli del gruppo integrato.

Sabato 29 settembre, ore 9.30
No drama: ridere crea bellezza

 

Flavio Caroli
Storico dell’arte

Ordinario di Storia dell’arte moderna presso il Politecnico di Milano dal 1995, è stato responsabile scientifico delle attività espositive di Palazzo Reale a Milano (1997-2004). Tra i temi preferenziali dei suoi studi vi è l’analisi dei modelli introspettivi ravvisabili nella produzione artistica del mondo occidentale, sui quali ha condotto approfondite comparazioni con tradizioni figurative extraeuropee. Caroli ha inoltre condotto studi sull’arte del Cinquecento e sulla fisiognomica.
La sua ultima pubblicazione s’intitola L’arte italiana in quindici weekend e mezzo (Mondadori, 2018).

Sabato 29 settembre, ore 18.00
Il volto della bellezza

Giampaolo Cavalli
Presidente di Festival Francescano

Appartenente all’Ordine dei Frati minori, è presidente di Festival Francescano dal 2016. Dallo stesso anno, è direttore dell’Antoniano di Bologna (istituzione nata nel 1953 con una mensa per i poveri, a sostegno della quale successivamente sorsero il Cinema Teatro Antoniano e le produzioni televisive e discografiche, tra cui lo Zecchino d’Oro, il Piccolo Coro “Mariele Ventre”, il coro delle “Verdi Note” e la sua neonata Accademia).
Fr. Cavalli è stato Preside dello Studio Teologico S. Bernardino di Verona.

Venerdì 28 settembre, ore 18.30
Cibo per l’anima: dal ristorante al refettorio

Igor Coretti Kuret
Violinista e direttore d’orchestra

Il suo nome è legato a orchestre giovanili internazionali, tra le quali l’European Spirit of Youth Orchestra, formata da giovani musicisti tra gli undici e i diciotto anni, personalmente selezionati (ogni anno) nei paesi del Centro Europa.
Tiene corsi di strumento e di musica d’insieme e seminari di didattica strumentale in Italia e all’estero. Dal 2013 è direttore ospite dell’Orchestra Filarmonica di Stato di Iasi (Romania).

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Coro Papageno
Coro dei detenuti del carcere “Rocco d’Amato”

Il Coro Papageno nasce dalla consapevolezza che la musica può diventare efficace strumento di riscatto sociale per l’individuo. Cantando insieme gli uomini imparano a conoscere il valore dell’ascolto e del reciproco rispetto, entrano in relazione e costruiscono nuovi legami. Con questo spirito è stato costituito nel 2011 il Coro Papageno, un coro polifonico composto dai detenuti e dalle detenute del carcere “Rocco d’Amato” di Bologna (conosciuto come il carcere della Dozza). I partecipanti sono sia uomini che donne, caso particolarmente raro all’interno delle strutture detentive italiane.
Grazie all’Associazione Mozart14, che ne coordina e sostiene l’attività, il Coro Papageno dall’inizio della sua attività non ha mai avuto interruzioni. Coinvolge ogni anno una quarantina di detenuti. Si esibisce in due concerti ufficiali annuali in carcere: uno in cui il pubblico è composto dai soli carcerati; un secondo che è aperto al pubblico esterno.
Il Coro Papageno, diretto dal maestro Michele Napolitano, prevede la partecipazione di alcuni coristi volontari, che si uniscono ai coristi interni al carcere in occasione delle prove generali e dei concerti ufficiali.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Giovanna Cosenza
Professoressa di semiotica

Insegna Semiotica, Semiotica dei Nuovi Media e Semiotica dei Consumi presso l’Università di Bologna. Dal 2013 al luglio 2018 è stata presidente del CORECOM Emilia-Romagna. Dal 2012 è Coordinatrice del corso di laurea in Scienze della comunicazione dell’Università di Bologna. Nel 2007 ha creato il blog Dis.amb.iguando, dedicato alla comunicazione, e dal 2011 ha un blog sul ilfattoquotiano.it.
È autrice di libri e articoli scientifici sui temi della comunicazione politica, dei nuovi media e della semiotica dei consumi.

Venerdì 28 settembre, ore 15.00
Guardo e mi guardo: come i media condizionano l’immagine del nostro corpo

Rita Costato Costantini
Restauratrice di beni culturali

Diplomata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, specializzata in Acquerello a Londra, è professoressa di Arte della Decorazione Pittorica e Scenografica e condirettore tecnico di costantinistudio.com. Oltre alle attività legate al restauro di beni culturali in Emilia-Romagna, in Veneto e in Puglia, svolge attività artistica alternando quadri e libri dipinti. Parallelamente al lavoro di restauratrice si è dedicata alla didattica dell’arte per i giovani attraverso laboratori e progetti nelle scuole e nei musei e in numerosi eventi pubblici e privati (Scuole primarie e secondarie, Istituto d’Arte, Museo Ebraico, Arte Libro Festival, Arte e Scienza Festival, Arte Fiera, Comune di Bologna).
Collabora dal 2001 con l’Associazione Mus-e Bologna della quale è responsabile dal 2007. Dal 2013 è Coordinatrice Nazionale del Progetto Europeo Mus-e (Musique Europe, l’arte per l’integrazione a scuola), secondo il quale l’esperienza artistica è un ottimo alleato per combattere l’emarginazione e il disagio sociale soprattutto nelle scuole.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Claudia D’Alberto
Storico dell’arte, ricercatrice Marie-Curie COFUND (Università di Liegi - Unione Europea 'Horizon 2020')

Svolge ricerche e pubblica studi sull’iconografia francescana, sulla pittura angioina a Napoli e sulla scultura del Trecento in Italia centrale e Francia meridionale.

Venerdì 28 settembre, ore 16.30
Oltre Giotto: ‘la maniera dolcissima e tanto unita’

Marco De Amicis
Giornalista

Ha cominciato la carriera giornalistica nel 1997 occupandosi d’informazione finanziaria tra Roma e Milano. Nel 2005, è diventato capo ufficio stampa di NessunoTV, la tv della politica, dove ha maturato un’esperienza nel settore della comunicazione politico-istituzionale.
A capo della comunicazione del Forum Nazionale dei Giovani nel 2007, è stato consulente per l’ufficio stampa del Comitato Italiano dell’UNICEF.
Nel novembre 2012, è stato nominato portavoce dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza. Attualmente è advocacy officer presso Save the Children Italia.

Venerdì 28 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Sabato 29 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Domenica 30 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Tiziana Di Masi
Attrice

Attrice di teatro civile (Premio cultura contro le mafie 2014, Premio Carlo Alberto Dalla Chiesa 2014, Premio Impegno civile per le nuove Resistenze 2015), interprete di spessore di un autentico impegno sociale sul panorama artistico nazionale, ha lavorato con artisti del calibro di Moni Ovadia, Carlo Lucarelli, Marco Baliani. Ha collaborato con Giancarlo Caselli per l’attività dell’osservatorio sulle agromafie di Coldiretti, Andrea Segrè sul tema della sostenibilità e dello spreco alimentare ed è testimonial con Confcommercio per il progetto nazionale Educazione all’acquisto legale.
Ha affrontato nei suoi spettacoli i grandi temi della nostra società (memoria storica, legalità, antimafia, etica dei consumi) con modalità drammaturgiche nuove, coinvolgendo il pubblico e dando vita a spettacoli che scuotono le coscienze.
Dal 2008 indirizza il proprio teatro civile alla promozione attiva di una cultura della legalità (in collaborazione con Daniele Biacchessi nasce “A 100 passi contro le mafie”) e nel 2010, in collaborazione con Libera, crea un nuovo genere, il teatro civile-gastronomico, con lo spettacolo “Mafie in pentola. Libera Terra, il sapore di una sfida”, che ha all’attivo oltre 200 date in tutta Italia e ha toccato luoghi simbolo della lotta contro le mafie. Da ottobre 2013 porta in scena, dopo un attento lavoro di indagine, il primo spettacolo di teatro civile in Italia sul tema della contraffazione e del mercato del falso “Tutto quello che sto per dirvi è falso”.
Da maggio 2017 inizia il suo viaggio in Italia per raccogliere testimonianze dei volontari che si impegnano per il bene comune e per il prossimo. Ne nasce #IOSIAMO – Dall’Io al Noi di cui un estratto viene rappresentato nella basilica di San Petronio a Bologna il 1° ottobre 2017, in occasione della visita pastorale di Papa Francesco.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Matteo Della Torre
Religioso

Francescano dell’Ordine dei Minori, è stato soprannominato “frate rock”. Ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 11 anni, inizialmente con gli studi classici per poi passare al moderno.
Con gli anni, la passione per la musica è diventata un modo per annunciare e servire il Vangelo, come accade per lo spettacolo “Tu sei bellezza”, del quale fra Matteo è autore ed esecutore dei brani, assieme alla sua band.

Mercoledì 26 settembre, ore 18.30
Che sballo la bellezza

Piero Dorfles
Critico letterario

Giornalista dal 1975, è stato responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio Rai, per cui ha curato diversi programmi radiofonici, tra cui “Il baco del millennio”. Noto al grande pubblico per essere il co-conduttore della trasmissione televisiva in onda su RaiTre “Per un pugno di libri”, ha pubblicato saggi dedicati al mondo della comunicazione televisiva e radiofonica.
Del 2014 è il suo ultimo libro I cento libri che rendono più ricca la nostra vita (Garzanti).

Domenica 30 settembre, ore 15.00
Il bello tra le righe

ESYO
European Spirit of Youth Orchestra

Da vent’anni, il Maestro Igor Coretti-Kuret seleziona giovani talenti musicali (dagli undici ai vent’anni) in tutta Europa e dà vita a un’orchestra per offrir loro la prima esperienza sinfonica. Centinaia di questi ragazzi sono poi entrati in compagini orchestrali di ogni parte del mondo.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Costantino Esposito
Storico della filosofia

Dal 2000 è professore ordinario di Storia della filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari Aldo Moro. Ha dedicato sinora le sue ricerche – pubblicando numerosi studi in Italia e all’estero – all’ontologia fenomenologica di Martin Heidegger, alla metafisica critica di Immanuel Kant e alle origini della filosofia moderna nel pensiero di Francisco Suárez.
Collabora come editorialista ai quotidiani Avvenire e La Gazzetta del Mezzogiorno.
Tra i suoi libri, nel 2007 ha dedicato un approfondimento su Bellezza e realtà per le Edizioni di Pagina.

Venerdì 28 settembre, ore 9.30
Che cos’è la bellezza? Attraverso e oltre l’estetica

Sabina Fadel
Giornalista

Dal 1988 lavora al Messaggero di sant’Antonio, del quale dal 2007 è caporedattore per l’edizione nazionale e dal 2011 anche dell’edizione per gli italiani all’estero.
Da circa vent’anni è una francescana secolare.

Sabato 29 settembre, ore 11.00
Dall’amaro al dolce, incontro all’altro

Gerolamo Fazzini
Giornalista

Giornalista, saggista e autore televisivo, ha diretto dal 2001 al 2013 il mensile Mondo e Missione. È consulente di direzione per il settimanale Credere e il mensile Jesus. Collabora con il sito Vatican Insider de La Stampa e Avvenire, come editorialista. Insegna “Teorie e tecniche del giornalismo a stampa” all’Università Cattolica di Brescia. Ha ideato e diretto il Festival della missione. È autore di vari libri, alcuni dei quali tradotti all’estero. Nel 2018, con Stefano Femminis, ha scritto Francesco. Il Papa delle prime volte. Tutte le sorprese di Bergoglio (San Paolo Edizioni).

Sabato 29 settembre, ore 18.30
La bellezza della santità

Lorenzo Fazzini
Giornalista

È direttore dell’Editrice Missionaria Italiana (EMI) dal 2012. Giornalista, saggista e autore televisivo, ha lavorato all’agenzia missionaria AsiaNews. È stato il responsabile della comunicazione del Festival Biblico di Vicenza e consulente editoriale per diversi anni alle Edizioni Lindau di Torino.
Ha vinto il premio giornalistico UCSI “Giornalisti e società” under 30 e il premio Giovanni Fallani.
Tra i suoi libri: Un’anima per l’Europa. Colloqui su Dio, ateismo e dintorni (Paoline, 2011).

Venerdì 28 settembre, ore 16.30
Arabia, il bello dell’incontro

Riccardo Fedriga
Filosofo

È professore associato presso il dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna. I suoi studi si concentrano sulla storia delle idee e della lettura, con particolare riferimento ai problemi dell’intenzionalità, traduzione e historical semantics, compatibilismo, filosofia medievale, evoluzione delle pratiche di lettura e al variare dei supporti per il trasporto, la conservazione e il controllo della conoscenza.
Con Umberto Eco ha scritto: La Filosofia e le sue storie (Laterza, 2014).

Domenica 30 settembre, ore 17.00
Elogio della bellezza e della bruttezza

Marco Ferrando
Giornalista del Sole 24 Ore

È a Il Sole 24 Ore dal 2007, dove attualmente ricopre il ruolo di responsabile del dorso Finanza e Mercati. In passato ha lavorato per alcuni giornali locali, La Stampa, Avvenire e Radio 24.
Interessato a una serie di temi che spaziano dal trasferimento tecnologico alle banche, fino all’educazione finanziaria, nel 2013 ha contribuito al lancio di Pop Economix (www.popeconomix.org), un portale di informazione e animazione culturale, frutto dell’incontro tra teatro, cultura economica e giornalismo che propone l’economia come linguaggio accessibile a tutti perché tutti possano fare scelte consapevoli.

Domenica 30 settembre, ore 12.00
Camminare è un’arte

Marco Ferrari
Insegnante

Insegnante di filosofia e storia, è Vicepreside del Liceo “Malpighi” di Bologna. È co-curatore di TEDxYouth@Bologna e direttore della Bottega di Filosofia di Diesse. È ideatore e direttore del Concorso nazionale di filosofia per le superiori Romanae Disputationes e dei webinar di storia e arte contemporanea dell’associazione ToKalOn di cui è vice presidente.
Per la Loescher ha scritto, assieme a Gian Paolo Terravecchia, La natura del bello. Romanae Disputationes 2017-18.

Venerdì 28 settembre, ore 9.30
Che cos’è la bellezza? Attraverso e oltre l’estetica

Francesca Fialdini
Giornalista e conduttrice TV

Inizia la sua carriera giornalistica a Radio Vaticana nel 2004. Approda presto in RAI e per otto anni lavora per “A Sua immagine”. Nel 2010 presenta la trasmissione di cultura letteraria “Cultbook” su RAI2. Dal gennaio 2013 ha affiancato Fabio Volo nella conduzione di “Volo in diretta” su RAI3. Su Rai Movie presenta rubriche cinematografiche. Torna poi a RAI1 con la conduzione di “Uno mattina in famiglia”, “Uno mattina” e “La vita in diretta”.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Marco Finco
Autore e interprete teatrale

Appartenente all’Ordine dei Cappuccini, è responsabile del Centro culturale francescano artistico Rosetum di Milano.
La sua attività teatrale nasce con gli ospiti disabili dell’Istituto Sacra famiglia di Cesano Boscone, dove prestava servizio, e prosegue grazie alla collaborazione con Carlo Rossi e la Compagnia teatrale de “Gli Incamminati”, con l’autore Giampiero Pizzol, il musicista Giorgio Borghini e tanti altri artisti mossi dal desiderio di raccontare storie di fede e speranza.
Con la sigla “FinComics”, sono numerosi gli spettacoli ideati e interpretati da fr. Marco, dedicati ai ragazzi, ma non solo.

Venerdì 28 settembre, ore 9.30
Il presepe… che meraviglia!

Sabato 29 settembre, ore 15.00
Il presepe… che meraviglia!

Elio Franzini
Filosofo

È professore di Estetica presso l’Università degli Studi di Milano, di cui è appena stato nominato rettore, e presidente della Società Italiana di Estetica. È componente del Comitato scientifico della Fondazione Collegio San Carlo di Modena.
Utilizzando la prospettiva fenomenologica, nelle sue ricerche si è occupato delle connessioni tra le sfere del filosofico, dell’estetico e dell’artistico attraverso l’analisi dei rapporti tra ragione ed esperienza, tra arte e tecnica, tra scienza e bellezza, con particolare riguardo ai temi della sensazione, della creatività, della rappresentazione, del sentimento, del simbolo e dell’immagine.
Il suo ultimo libro, edito da Raffaello Cortina, fa un bilancio su Moderno e postmoderno.

Venerdì 28 settembre, ore 9.30
Che cos’è la bellezza? Attraverso e oltre l’estetica

Johannes Freyer
Teologo

Appartenente all’Ordine dei Frati minori, tedesco, è stato il primo Rettore Magnifico della Pontificia Università “Antonianum”.
Nel 2017, con Marco Bartoli e Nicola Riccardi, ha scritto: Tu sei il sommo bene. Francesco d’Assisi e il bene comune (Biblioteca Francescana).

Venerdì 28 settembre, ore 9.30
Che cos’è la bellezza? Attraverso e oltre l’estetica

Giacomo (Gek) Galanda
Campione di pallacanestro

Tre scudetti vinti, con la Pallacanestro Varese (1999), con la Fortitudo Bologna (2000) e con la Mens Sana Siena (2004); con la Nazionale vinse l’oro agli Europei del 1999 e l’argento a quelli del 1997 e alle Olimpiadi di Atene del 2004.
Da gennaio dello scorso anno è consigliere federale della Federazione Italiana Pallacanestro e da giugno è entrato nel Consiglio di amministrazione del Pistoia Basket 2000.

Mercoledì 26 settembre, ore 18.30
Che sballo la bellezza

Maki Galimberti
Fotografo

Nato a Milano, da giovanissimo ha iniziato a collaborare con quotidiani locali e a dedicarsi pienamente alla fotografia. Nel corso degli anni, ha firmato centinaia di copertine (anche per case editrici come Einaudi e Feltrinelli), e curato campagne per i più prestigiosi quotidiani e magazine nazionali e internazionali (Vanity Fair, GQ, Max, Rolling Stone, L’Espresso, Sette…), alternando reportage in tutto il mondo (a partire da quello sull’esodo del popolo curdo dall’Iraq alla Turchia durante la prima guerra del Golfo) a ritratti di personaggi del cinema, dello spettacolo, della politica, della cultura e dello sport, tra i quali: il Dalai Lama, Rita Levi Montalcini, Vasco Rossi, Roberto Saviano, Roberto Bolle, Margherita Hack, Lucio Dalla, Alex Zanardi, solo per citarne alcuni.

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sulcorpo delle donne

Chiara Giannelli
Responsabile risorse umane

Lavora per Tper, azienda della mobilità del territorio, occupandosi di persone in contesti organizzativi aziendali e della loro crescita professionale.
L’interesse per l’incontro e la relazione con le persone l’ha portata, ormai da molti anni, a svolgere attività di volontariato in carcere. È coordinatrice, insieme a un gruppo di amici dell’Associazione “Il Poggeschi per il carcere”, e a padre Marcello Mattè, cappellano della casa circondariale di Bologna, della redazione Ne Vale la Pena, che vuole dare voce agli uomini e alle donne che vivono oltre il muro, in una realtà che, per lo più, non è né vista né ascoltata nella sua profonda complessità.

Sabato 29 settembre, ore 11.00
Dall’amaro al dolce, incontro all’altro

Rosa Giorgi
Storico dell’arte

Esperta di iconografia e iconologia, soprattutto in ambito di arte cristiana, dal 2006 è direttrice del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano.
Da diversi anni collabora con Electa come autrice di volumi, alternando tale attività con cicli di lezioni di storia dell’arte e, in particolare, di iconografia cristiana.
Tra le sue pubblicazioni: S.Angelo in Milano. Guida alla chiesa francescana di S. Maria degli  Angeli (Edizioni Biblioteca Francescana, 2017), Francesco. Storie della vita del Santo (Electa, 2014), I santi e i loro simboli (Mondadori, 2011) e Santi (Electa, 2002).

Sabato 29 settembre, ore 17.00
Arte e francescanesimo: una nuova bellezza

Sabato 29 settembre, ore 20.15
Arte e francescanesimo: una nuova bellezza

Andrea Grignaffini
Critico enogastronomico

Dal 1990, inizia una stretta collaborazione giornalistica con il gastronomo Gino Veronelli, scrivendo di “Buone Cose” e articoli su Etichetta.
Diventa in seguito direttore creativo di “Spirito diVino”, insegna Metodologia di degustazione critica presso vari atenei nei Corsi di Laurea in Scienze Gastronomiche. È membro della direzione esecutiva della Guida Ristoranti dell’Espresso e di Passione Gourmet. Si è aggiudicato il secondo Premio Bancarella Cucina con il libro Nella Dispensa di Don Camillo, oltre ad aver vinto il Premio Luigi Veronelli come miglior giornalista.
È uno degli ideatori di ALMA (Scuola internazionale di cucina italiana).
Ha partecipato a programmi televisivi in veste di giurato o di opinionista come La Prova del Cuoco, Matrix, Masterchef, Cuochi e Fiamme. Nel 2012 ha curato e ideato il premio Best Italian Wine Awards con Luca Gardini. Nel 2013 ha vinto il Prix du Sommelier dell’Académie Internationale de la Gastronomie, organismo che omaggia i più grandi cuochi, critici e professori di Francia e del mondo.

Venerdì 28 settembre, ore 18.30
Cibo per l’anima: dal ristorante al refettorio

Paul Hinder
Vicario apostolico dell'Arabia meridionale

Appartenente all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, di nazionalità svizzera, è Vicario apostolico dell’Arabia meridionale (Emirati Arabi Uniti, Oman e Yemen).
S.E. il Vescovo Paul Hinder è membro del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti; consigliere della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli e del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso. È membro della Conferenza dei Vescovi latini nelle regioni arabe.
Per la Emi ha scritto Un vescovo in Arabia. La mia esperienza con l’islam.

Venerdì 28 settembre, ore 16.30
Arabia, il bello dell’incontro

Andrea Iacomini
Portavoce nazionale UNICEF

È giornalista professionista e autore di numerosi editoriali e articoli su tematiche legate all’attualità e alla politica estera sui maggiori quotidiani e riviste italiani; cura uno spazio blog di approfondimento sull’Huffington Post Italia.
All’inizio della sua carriera si è occupato di tematiche relative all’Europa e alla cooperazione internazionale, prima come esperto di fondi strutturali e successivamente come responsabile stampa dell’OICS – Agenzia delle Regioni per la Cooperazione Internazionale per assumere poi l’incarico di portavoce dell’Assessorato alle Politiche per l’Infanzia e la Famiglia del Comune di Roma.
È in UNICEF Italia dal 2008, prima come capo ufficio stampa e poi, dal 2012, come portavoce nazionale. Dal 2014 è “inviaggio” in scuole, università, piazze ed eventi dove racconta le sue esperienze sul campo con un monologo multimediale fatto di immagini, storie, video, aneddoti che ha toccato oltre 270 città.
Nel 2016 ha pubblicato con Ponte Sisto il romanzo autobiografico Il giorno dopo presentato in oltre trenta città.

Venerdì 28 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Sabato 29 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Domenica 30 settembre, ore 12.00
Non rassegniamoci

Le Charlot
Quartetto

L’incontro di quattro strumentiste provenienti da diverse esperienze in ambito musicale, dalle orchestre all’attività didattica, ha dato vita a un’originale formazione cameristica.
Il quartetto, composto da flauto traverso, violino, viola e violoncello, offre un vasto repertorio in continua evoluzione che parte dal barocco per arrivare al pop, passando per la musica jazz e le colonne sonore.

Domenica 30 settembre, ore 15.30
A colloquio col vento

Gianluca Lista
Medico

Professore a contratto presso la scuola di specializzazione in Pediatria dell’Università statale di Milano, è direttore del reparto di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale dei Bambini di Milano. È francescano secolare e membro del gruppo di coordinamento di Festival Francescano.

Domenica 30 settembre, ore 11.00
La bellezza della cura

Lidia Maggi
Biblista

È pastora battista in servizio a Varese. Oltre alla cura delle chiese a lei affidate, si occupa di formazione e di dialogo ecumenico.
È responsabile della rivista “La Scuola domenicale”. Collabora con diverse riviste cattoliche e protestanti su temi biblici e di dialogo ecumenico e interreligioso.
Tra le sue pubblicazioni: Una fragile bellezza. La vita con gli occhi di Qoelet (San Paolo Edizioni, 2017).

Sabato 29 settembre, ore 16.00
E vide che era cosa bella

Valerio Massimo Manfredi
Archeologo e scrittore

Si è specializzato in topografia del mondo antico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove ha insegnato dal 1980 all’86, per poi iniziare un’intensa carriera accademica prima all’Università di Venezia (1987) e dopo presso la Loyola University of Chicago, all’Ecole Pratique des Hautes Etudes della Sorbona di Parigi e alla Bocconi di Milano. Tra gli anni Settanta e gli Ottanta ha progettato e condotto le spedizioni Anabasi per la ricostruzione sul campo dell’itinerario della ritirata dei Diecimila.
È autore anche di soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione (Alexandros, L’Ultima legione, Le Memorie di Adriano). Ha condotto i programmi televisivi Stargate. Linea di confine e Impero.
Collabora come giornalista scientifico a varie testate in Italia e all’estero. Ha scritto romanzi di grande successo, tradotti in tutto il mondo. Il suo ultimo libro, edito da Aliberti, s’intitola Sei lezioni di storia. E altre incursioni nel mondo antico.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Angelo Mazza
Storico dell'arte

Ha svolto l’attività di storico dell’arte come direttore di restauri presso la Soprintendenza di Modena e Reggio Emilia e docente a contratto presso l’Università di Parma.
Autore di contributi sulla pittura emiliana dal Cinquecento al Settecento, ha collaborato alla realizzazione di mostre e alla stesura di cataloghi di gallerie nazionali, musei civici e collezioni bancarie.
È Ispettore onorario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e ricopre il ruolo di Conservatore delle Collezioni d’arte e di storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

Venerdì 28 settembre, ore 17.00
L’arte francescana in Emilia-Romagna

Giovanni Mengoli
Presidente del Consorzio Gruppo CEIS

Religioso, presiede il Consorzio Gruppo CEIS (associazioni, cooperative ed enti che si occupano di progettare, sviluppare e gestire servizi socioeducativi e socioassistenziali negli ambiti delle dipendenze, dei minori e dell’universo dell’assistenza).
È anche alla guida del Villaggio del Fanciullo: una struttura fondata a Bologna nel 1952 dai sacerdoti del Sacro Cuore (Dehoniani), con la mission di accogliere gli orfani di guerra. Negli anni, il Villaggio del Fanciullo si è trasformato per prodigarsi in nuove forme d’intervento, residenziale e non. I progetti realizzati al suo interno fanno capo oggi a tre distinte aree: prevenzione; formazione studio e lavoro; sostegno e recupero.

Mercoledì 26 settembre, ore 18.30
Che sballo la bellezza

Silvano Mezzenzana
Agente di viaggio

Appassionato di studi biblici, dal 1980 percorre le strade di Palestina, Israele, Giordania, Libano, Siria, Turchia, Iraq, Iran ed Egitto, per vivere la geografia della Salvezza. Ha accompagnato decine di gruppi di pellegrini classici, ma anche in bicicletta e a piedi, attraverso città, siti archeologici e deserti. Dirige un’agenzia di viaggi a Milano. Ha ideato, e promuove, il Sentiero del Discepolo, un itinerario a piedi da Nazaret a Gerusalemme attraverso Israele e i Territori palestinesi.
Per Edizioni Terra Santa ha scritto Il sentiero del Discepolo. Da Nazaret a Gerusalemme sulle tracce di Gesù.

Domenica 30 settembre, ore 12.00
Camminare è un’arte

Andrea Monda
Insegnante

Docente di religione (dal 2006 tiene un seminario anche presso la Pontificia Università Lateranense), ha collaborato con diversi programmi di RaiEducational ed ora di Tv2000.
È presidente dell’associazione BombaCarta, che organizza laboratori ed eventi culturali.
Collabora con diverse testate giornalistiche, tra le quali Il Foglio e Avvenire, e scrive recensioni per La Civiltà Cattolica. È autore di saggi letterari dedicati a Tolkien e Lewis e di un saggio biografico su Benedetto XVI.

Sabato 29 settembre, ore 15.00
Sulle tracce della bellezza

Maria Giuseppina Muzzarelli
Medievista

Insegna Storia medievale all’Università di Bologna. Dal 2007 al 2009 è stata Presidente del corso di laurea in “Culture e tecniche del costume e della moda” (sede di Rimini). Da marzo 2009 a maggio 2010 è stata Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna e Assessore all’Europa, alla cooperazione Internazionale e alle Pari Opportunità. È membro della “Società internazionale di Studi Francescani”, con sede ad Assisi e fondatrice e responsabile (con Vera Zamagni e Mauro Carboni) del “Centro studi sui Monti di pietà e sul credito solidaristico” presso la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.
Fa parte del Comitato di direzione della rivista Nuova Informazione Bibliografica e del Comitato Scientifico della rivista California Italian Studies. Dirige la rivista Zone Moda Journal.
Tra le sue pubblicazioni: A capo coperto. Storie di donne e di veli (il Mulino, 2016), Breve storia della moda in Italia (il Mulino, 2014), Nelle mani delle donne. Nutrire, guarire, avvelenare dal Medioevo a oggi (Laterza, 2014).

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sulcorpo delle donne

Milena Naldi
Storico dell’arte

Consulente d’arte antica, si è occupata da vicino delle tematiche che riguardano la qualità urbana e la bellezza della città, partecipando dal 1996 al 1999 all’attività del settore Qualità Urbana del Comune di Bologna. Sua è la realizzazione dei cartigli informativi collocati sui monumenti storici di Bologna.
Ha curato imprese di carattere didattico: conferenze sull’arte, visite guidate a monumenti italiani e stranieri, viaggi culturali.
Ha collaborato a mostre d’arte antica (Amico Aspertini, Annibale Carracci, Marcantonio Franceschini a Bologna) e alla realizzazione di molti libri d’arte.
Ha svolto anche un’intensa attività politica che l’ha portata a ricoprire cariche nella sua città: Consigliere Comunale (2004-2009) Assessore alla casa e ai Quartieri (2009-2010) e Presidente del Quartiere San Vitale (2011-2016).

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Donatella Negri
Giornalista del TgR Lombardia

Giornalista televisiva della Rai, “volto” del TG1 Rai Vaticano.

Domenica 30 settembre, ore 16.30
Belli dentro

Maurizio Osti
Artista visivo

È stato docente di tecniche Grafiche Speciali e di Progettazione Grafica presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Da sempre opera sia come artista visivo, partecipe dei movimenti delle neo avanguardie, attraverso mostre nazionali e internazionali, che nel campo della grafica d’arte ed editoriale.
Una sua riflessione, evocazione e testimonianza spirituale sulla bellezza del 1999 prende corpo nel 2002 ne Elogio della Bellezza nella veste di “Manifesto come espressione di poetica d’arte”, che non ha la pretesa di definire la bellezza, ma di tentare di indicarne alcune peculiarità.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Carlo Pagliacci
Giornalista e scrittore

È uno dei coordinatori locali di Mus-e, un progetto internazionale secondo il quale, attraverso l’arte, i bambini imparano a comunicare con un linguaggio universale in cui le differenze diventano ricchezze.
Per la Zefiro edizioni ha scritto: Le avventure di Gattomiao e Perché vi dico questo.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Luca Pagliari
Storyteller

Giornalista professionista, negli ultimi venti anni ha creato e affinato una modalità narrativa originale che oscilla tra il giornalismo e il teatro. Ha collaborato con RaiUno, RaiTre, Rai Educational e, per la radio, ha ideato e condotto programmi su Radio DeeJay, RDS (di cui è stato direttore) e Radio 24.
Il suo ultimo libro, Cara Marta, è una lettera dedicata a sua figlia (Ed. Historica, 2015).

Venerdì 28 settembre, ore 11.00
Ho incontrato la bellezza. Storie di un giornalista di strada

Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna
Coro di voci bianche diretto da Sabrina Simoni

Il Piccolo Coro “Mariele Ventre”, complesso corale infantile tra i più celebri del mondo che festeggia i 60 anni dalla fondazione, è l’istituzione più nota e caratterizzante dell’Antoniano di Bologna. È stato fondato da Mariele Ventre nel 1963 e nel 1995, all’indomani della sua morte, la direzione passò a Sabrina Simoni. I suoi componenti, di età che varia dai 3 agli 11 anni, accompagnano annualmente i bambini solisti allo Zecchino d’Oro; a ciò si aggiunge un’importante attività discografica e concertistica in Italia e all’estero, con partecipazioni a trasmissioni televisive e produzioni audiovisive. Negli anni, il Piccolo Coro ha incontrato i più importanti protagonisti della scena internazionale. Dal 2002, il Piccolo Coro è Ambasciatore Unicef e nell’aprile 2008, a Bologna, ha rappresentato lo Zecchino d’Oro nella cerimonia UNESCO di inserimento tra i Patrimoni per una Cultura di Pace.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Marianne Poncelet
Scrittrice per l'infanzia

È Vice Presidente esecutivo di IYMF (International Yehudi Menuhin Foundation), un’istituzione non profit, sostenuta dall’Unione Europea, dall’UNESCO e da sponsors privati, che ha l’obiettivo di portare avanti e coordinare l’azione umanitaria e culturale iniziata dal violinista Yehudi Menuhin, con la diffusione di iniziative che promuovano l’integrazione sociale e culturale fra i bambini attraverso la pratica artistica e iniziative che promuovano il dialogo interculturale.
Il programma Mus-e è stato avviato per la prima volta nel 1994 in Svizzera e da allora si è sviluppato in tutta Europa, sempre nel rispetto delle direttive dell’IYMF. Oggi è diffuso in molti paesi europei e in Israele.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Radiodervish
Gruppo musicale

Nati in Puglia nel 1997 dal sodalizio artistico tra Nabil Salameh e Michele Lobaccaro, sono autori di un originale cantautorato, che amano chiamare “Cantautorato Mediterraneo”, il quale trova le sue origini e i suoi riferimenti nelle varie tradizioni raffinate e popolari del mediterraneo. Grande importanza viene data all’incontro tra mondi sonori differenti e ai testi colti e declinati in lingue diverse.
In vent’anni di attività, lavorando sempre in stretta collaborazione con Alessandro Pipino, i Radiodervish hanno pubblicato più di dieci dischi e hanno interagito con numerosi musicisti tra i quali, Franco Battiato, Giovanni Lindo Ferretti, Orchestra Araba di Nazareth, Jovanotti, Caparezza, Noa, Nicola Piovani.
I Radiodervish sono stati ospiti dei più importanti palcoscenici italiani e internazionali.

Venerdì 28 settembre, ore 21.00
Il Sangre e il Sal. Il senso umano della bellezza

Enzo Romeo
Medico

Medico USMAF (Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera) della Croce Rossa Italiana, è responsabile per gli sbarchi a Reggio Calabria.

Sabato 29 settembre, ore 11.00
Dall’amaro al dolce, incontro all’altro

Paolo Rumiz
Scrittore

Inviato speciale del Piccolo di Trieste ed editorialista de La Repubblica, ha vinto il premio Hemingway nel 1993 per i suoi servizi dalla Bosnia e il premio Max David nel 1994 come migliore inviato italiano dell’anno.
Il suo ultimo libro, edito da Feltrinelli, s’intitola A piedi.

Sabato 29 settembre, ore 21.00
Dov’è bellezza

Federico Ruozzi
Storico

Ricercatore presso la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII dal 2007; ha studiato all’Università di Modena e Reggio Emilia, dove ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Scuola di dottorato in Scienze Umane (indirizzo storico) con una tesi sull’analisi delle fonti radiotelevisive relative al Vaticano II (Il Mulino, 2012).
Studioso del rapporto tra chiesa e media, ha pubblicato diversi articoli su riviste e volumi internazionali. Collabora con l’Università di Modena e Reggio Emilia, con la Rai e con l’Istituto della Enciclopedia Italiana, per il quale ha curato, assieme ad Alberto Melloni e Maria Silvia Farci, il volume Immagini dell’Italia unita (2011).
Ha curato Tutte le opere di Lorenzo Milani (Mondadori, 2017).

Domenica 30 settembre, ore 20.00
Il senso della bellezza

Roberta Russo
Editor e traduttrice

Studiosa di storia sacra e misticismo, si occupa da anni di pubblicistica sui temi religiosi.
Per Edizioni Terra Santa è autrice di L’arte di camminare (2018), mentre per la collana “Cento cose da sapere” ha curato i volumi: Sindone. Guida essenziale per pellegrini, curiosi, scettici (2015) e L’albero della vita e gli altri simboli cristiani (2017).

Domenica 30 settembre, ore 12.00
Camminare è un’arte

Giovanni Salonia
Psicologo e psicoterapeuta

Appartenente all’Ordine dei Frati minori cappuccini, dirige la Scuola di specializzazione in Psicoterapia della Gestalt (Ragusa, Roma e Venezia), i Master in “Terapia familiare e di coppia” e “Pastoral counselling” per l’Università Cattolica del Sacro Cuore (dove insegna) e il consultorio familiare “Cana” di Palermo. Insegna presso la Pontificia Università Antonianum e collabora con la Pontificia Università Gregoriana. È direttore della rivista internazionale online GTK.
Tra i suoi libri: Danza delle sedie e danza dei pronomi. Terapia gestaltica familiare (Il Pozzo di Giacobbe, 2017) e Sulla felicità e dintorni. Tra corpo, parola e tempo (Il Pozzo di Giacobbe, 2011).

Sabato 29 settembre, ore 11.00
Dall’amaro al dolce, incontro all’altro

Fabio Scarsato
Giornalista

Frate minore conventuale, è direttore editoriale del Messaggero di S. Antonio, del Messaggero dei ragazzi, delle Edizioni Messaggero Padova e ideatore del sito bibbiafrancescana.org.
Tra le sue pubblicazioni: Laudato sie per sora bellezza! L’esperienza estetica di Francesco d’Assisi (EMP, 2005).

Domenica 30 settembre, ore 11.00
La bellezza della cura

MichaelDavide Semeraro
Teologo

È monaco benedettino dal 1983. Dopo i primi anni di formazione monastica ha conseguito il Dottorato in Teologia Spirituale presso l’Università Gregoriana di Roma. Cerca di coniugare la sua esperienza con l’ascolto delle tematiche che turbano e appassionano il cuore degli uomini e delle donne del nostro tempo. Collabora ad alcune riviste e, compatibilmente con le esigenze della vita monastica, tiene conferenze e accompagna ritiri.
Nel 2018, per le Edizioni Terra Santa ha scritto L’ armadio del cuore. Lo straordinario potere del riordino interiore.

Domenica 30 settembre, ore 16.30
Belli dentro

Teatro di Camelot
Compagnia teatrale

Attori e disabili professionisti, per un teatro sociale di interesse collettivo, dai linguaggi artistici e poetici che parlano a tutti.
Dal 2000: spettacoli, film, laboratori formativi, arte e intrattenimento. Il processo artistico genera benessere, rende visibili ed apre al contatto con persone esterne al proprio ambiente. L’arte promuove valore e riconoscimento dei propri talenti. Per il pubblico è possibile vedere l’imperfezione come comunicazione di cultura, che è sinonimo di libertà.

Sabato 29 settembre, ore 9.30
No drama: ridere crea bellezza

Annamaria Testa
Esperta di comunicazione

Si occupa di comunicazione e di creatività. Alla professione di consulente per le imprese affianca un’intensa attività di scrittura come blogger e saggista e oltre vent’anni di docenza universitaria.
Nel 2008 apre il sito non profit Nuovo e utile, sul quale ad oggi ha pubblicato quasi 700 articoli dedicati a creatività, comunicazione e dintorni. Dal 2012 scrive ogni settimana per Internazionale.
Dal 2017 fa parte del gruppo dei consulenti del Salone del Libro di Torino.

Domenica 30 settembre, ore 18.00
Il corpo tra comunicazione e manipolazione

The Sun
Rock band

Evoluzione artistica dei vicentini Sun Eats Hours, formatasi nel 1997 e composta da Francesco Lorenzi (autore, cantante e chitarrista), Riccardo Rossi (batterista), Matteo Reghelin (bassista), Gianluca Menegozzo (chitarrista).
Prima ancora di siglare un accordo con la major discografica Sony Music, la band aveva già all’attivo quattro album autoprodotti e distribuiti in Europa, Giappone e Brasile da varie etichette indipendenti (in particolare da Rude Records) ed era stata supporter di band internazionali del calibro di The Cure, The Offspring, Misfits, Muse, Ok Go, NOFX, Ska P, Afi, Pennywise, The Vandals e, più di recente, dei Deep Purple.
È del 2004 il riconoscimento al M.E.I. come “miglior punk rock band italiana nel mondo”.
Nel giugno 2012 il gruppo prende parte al settimo meeting internazionale delle Famiglie tenutosi a Milano, esibendosi anche per papa Benedetto XVI. L’anno seguente incontreranno papa Francesco, che nel 2016 conferirà a Francesco Lorenzi la Medaglia del Pontificato “per il contributo dato allo sviluppo dell’umanesimo cristiano e delle sue espressioni artistiche nel mondo”.

Mercoledì 26 settembre, ore 20.00
The Sun

Marco Tibaldi
Teologo

Insegna teologia fondamentale presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “SS. Vitale e Agricola” di Bologna, di cui è direttore. È membro della Commissione per l’apostolato biblico dell’Ufficio Catechistico Nazionale e collabora ad alcuni progetti del Pontificio Consiglio per la Famiglia. Collabora a diverse testate tra cui Settimana (EDB), la pagina culturale dell’Osservatore Romano, la rubrica I Capolavori dell’Arte italiana su Radio Maria, ed è un instancabile ricercatore di linguaggi sempre nuovi per comunicare il cristianesimo.
Per le edizioni Terra Santa ha scritto, nel 2013: La porta del cielo. Meditazioni per la preghiera nella terra del santo.

Venerdì 28 settembre, ore 18.30
Ester e l’invenzione del carnevale

Sabato 29 settembre, ore 18.30
Mosè e la fabbrica della libertà

Riccardo Tordoni
Attore e autore teatrale

Diplomatosi presso l’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, si forma con insegnanti quali Eugenio Allegri, Gigi dall’Aglio, Maria Consagra, Renata Molinari, Marco Paolini, Giampiero Solari. È stato interprete in spettacoli per la regia di Gabriele Vacis, Serena Sinigaglia, Massimo Navone, Emanuela Giordano.
In seguito, abbandona il lavoro da scritturato per portare in scena spettacoli dei quali firma testo e regia. In scena si avvale soprattutto della collaborazione di musicisti e cantanti. Da cinque anni gira l’Italia con il suo ultimo spettacolo: “Francesco polvere di Dio”.

Domenica 30 settembre, ore 11.00
Francesco, polvere di Dio

Domenica 30 settembre, ore 15.30
Francesco, polvere di Dio

Donatella Trotta
Giornalista

Vicepresidente dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana, è nata a Roma e si è formata tra Italia, Giamaica, Svizzera e Giappone. Laureata in Sociolinguistica, già docente di ruolo nelle scuole secondarie, è giornalista professionista, autrice e curatrice di libri tra saggistica, divulgazione e narrativa per varie case editrici. Vive a Napoli, dove lavora dal 1983 alle pagine culturali del quotidiano “Il Mattino”.
Impegnata nell’associazionismo dalla parte delle donne, dei bambini e dei ragazzi, è membro del Cnu in AgCom e presidente dell’Associazione culturale Kolibrì, che cura progetti formativi e interculturali per la civiltà dell’infanzia. Tra le sue pubblicazioni, testi su figure femminili d’Occidente e d’Oriente (tra i quali: Il cantico della carità, con prefazione di Bruno Forte, Edizioni Paoline, 1993; La via della penna e dell’ago. Matilde Serao tra giornalismo e letteratura, Liguori, 2008, con prefazione di Antonio Ghirelli; la cura del volume della badessa zen Shundo Aoyama La voce del fiume, San Paolo edizioni, 1994, con un saggio introduttivo sulle religioni in Giappone dal titolo Il racconto di un’anima; l’ideazione e cura del volume da lei coordinato per il Cnr Visibili, invisibili. Matilde Serao e le donne nell’Italia post-unitaria,  con G. Liberati e G. Scalera, Cug/Cnr Edizioni, 2016).
Tra i riconoscimenti più recenti: l’Andersen, il Premio internazionale di giornalismo civile dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, il Premio internazionale Eip-Italia dell’Unesco, il Capri San Michele e il Premio di giornalismo Matilde Serao.

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sulcorpo delle donne

Silvia Varani
Psico-oncologa e psicoterapeuta

Dirige il Dipartimento Formazione e Aggiornamento Scientifico della Fondazione ANT Italia Onlus. Membro del direttivo Emilia-Romagna della Società Italiana di Cure Palliative e della Società Italiana di Psico-Oncologia, da vent’anni si dedica alla malattia oncologica, sia dal punto di vista clinico, sia seguendo studi pubblicati su riviste nazionali ed internazionali.

Domenica 30 settembre, ore 11.00
La bellezza della cura

Verdi Note dell’Antoniano
Coro

Il coro è nato nel 1989 da un’idea di Mariele Ventre; le “Verdi Note” sono oggi composte da ragazzi dai 16 anni in su. La direzione corale è affidata a Stefano Nanni, mentre la regia teatrale a Fabiola Ricci.
Il repertorio delle “Verdi Note” è vario e vasto: spazia dalla musica classica al pop-rock, dal musical al gospel; è molto impegnato anche nella musica sacra, con canti liturgici sia in chiave “moderna” che tradizionale.
Nel 2011 Antoniano Production abbraccia il progetto “6 in cammino“, programma televisivo andato in onda su Boing. Nel corso degli anni, il coro ha preso parte a numerose co-produzioni televisive Rai Uno e Antoniano di Bologna, tra le quali lo “Zecchino d’oro” e la “Festa della mamma”.

Domenica 30 settembre, ore 17.30
Traccia la tua rotta, adesso!

Anna Pia Viola
Teologa

Francescana secolare, insegna filosofia presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia. Ha tenuto un corso di spiritualità francescana presso la Pontificia Facoltà Teologica S. Bonaventura.
Dal 1992 al 1994 ha fatto parte del comitato di redazione della rivista Bioetica e Cultura; dal 1999 è coordinatrice della rivista Ho theológos.
Ha scritto, tra gli altri: Dal corpo alla carne (Salvatore Sciascia Editore, 2005) e Desiderio e pensiero. Per una filosofia fondata sulla differenza (Il Pozzo di Giacobbe, 2001).

Giovedì 27 settembre, ore 14.00
È la bellezza, stampa! Parlare alla moda. Dal Medioevo alle influencer, passando sulcorpo delle donne

Venerdì 28 settembre, ore 15.00
Tu sei bellezza

Dario Vivian
Teologo

È prete della diocesi di Vicenza. Ha perfezionato i suoi studi a Milano, Roma e Parigi e insegna presso la Facoltà teologica del Triveneto.
Con Lidia Maggi ha scritto Come se vedesse l’invisibile. Itinerario biblico dalla Parola all’Icona (Ist. San Gaetano, 2012).

Sabato 29 settembre, ore 16.00
E vide che era cosa bella

Monica Zipparri
Attrice e pedagogista

Si è formata come attrice pedagoga presso PRT I servi di Scena frequentando laboratori sull’arte dell’attore e poi nell’ensamble del Teatro la Madrugada lavorando in diversi spettacoli di prosa e di strada.
Dal 2006 si occupa di teatro per l’infanzia e pedagogia teatrale in diversi ambiti conducendo laboratori di teatro per ragazzi ed è inoltre coordinatrice locale e artistica del Progetto Mus-E Milano, l’arte per l’integrazione a scuola.

Sabato 29 settembre, ore 10.30
La bellezza come strumento di integrazione e il progetto Mus-e

Matteo Maria Zuppi
Arcivescovo di Bologna

Prima di essere Arcivescovo di Bologna, sua eccellenza monsignor Matteo Maria Zuppi è stato Vescovo ausiliare di Roma e Vescovo titolare di Villanova.
Dal 2000 al 2012 ha ricoperto il ruolo di Assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio.
Negli anni Novanta, il suo intervento di mediazione in Mozambico ha portato agli Accordi di Pace di Roma, che sancirono la fine delle ostilità in quel paese.

Mercoledì 26 settembre, ore 18.30
Che sballo la bellezza