Protagonisti

Eraldo Affinati
Scrittore

Insieme alla moglie, Anna Luce Lenzi, ha fondato la Penny Wirton, una scuola gratuita di italiano per immigrati.
Nel 2016, è stato finalista del Premio Strega con L’uomo del futuro, edito da Mondadori, su don Milani.
Il suo ultimo libro s’intitola Via dalla pazza classe. Educare per vivere (Mondadori 2019), nel quale lo scrittore-insegnante formula un’importante scommessa sul futuro, non teorica bensì militante, invitandoci a puntare tutto sulla capacità di rinascita degli adolescenti italiani che insegnano la nostra lingua ai loro coetanei provenienti da ogni parte del mondo.

giovedì 26 Settembre 2019
ore 17:00 – 21:00 | Cinema Teatro Antoniano
Dialogare per vivere

Marco Aime
Antropologo

Insegna Antropologia culturale all’Università di Genova. Ha condotto ricerche sulle Alpi e in Africa Occidentale (Benin, Burkina Faso, Mali).
Come giornalista e fotografo, ha collaborato con testate come La Stampa, Airone, Atlante e Gulliver.
Ha pubblicato favole per ragazzi, testi di narrativa e saggi, tra cui: Comunità (il Mulino 2019); Atlante delle frontiere. Muri, conflitti, migrazioni (con B. e D. Papin, ADD Editore 2018); L’isola del non arrivo. Voci da Lampedusa (Bollati Boringhieri 2018).

domenica 29 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Questa casa non è un albergo!

Stefano Allievi
Sociologo

Dal 1998 lavora presso l’Università degli Studi di Padova, dove è attualmente professore associato di Sociologia presso il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2014 è co-promotore e dal 2015 direttore del corso di laurea magistrale interclasse in Culture, formazione e società globale. Dal 2015 è direttore del Master sull’Islam in Europa dell’Università di Padova. Dal 2017 è direttore del Master in Religion, Politics and Citizenship (in inglese e in arabo), in collaborazione con l’Instituto de Investigaciones y Estudios Superiores de Granada, l’Università del Piemonte Orientale e il FIDR (Forum Internazionale Democrazia e Religioni).
È specializzato nello studio dei fenomeni migratori, in sociologia delle religioni e in studi sul mutamento culturale e politico in Europa, con particolare attenzione al pluralismo culturale e religioso e, nello specifico, alla presenza dell’islam.
Dal 2016 al 2018 è stato membro del Consiglio per le relazioni con l’Islam Italiano presso il Ministero dell’Interno. Nel biennio 2016-2017 è stato membro della Commissione di studio sulla radicalizzazione jihadista presso la Presidenza del consiglio dei ministri.
Come giornalista professionista, è editorialista del Corriere della sera – Corriere del Veneto, dove tiene anche il blog ApertaMente, e del Corriere Imprese.
I suoi numerosi testi sono stati tradotti in varie lingue europee, in arabo e in turco. Tra i suoi volumi, ricordiamo: 5 cose che tutti dovremmo sapere sull’immigrazione (e una da fare) (Laterza 2018); Immigrazione. Cambiare tutto (Laterza 2018); I musulmani nelle società europee. Appartenenze, interazioni, conflitti (Guerini e Associati 2017).

sabato 28 Settembre 2019
ore 11:15 | Piazza Maggiore
Spaesati. Del migrare e di migranti

 

Antonello Ghezzi
Collettivo di artisti formato da Nadia Antonello e Paolo Ghezzi

Il duo, nato nel 2009 e di base a Bologna, collabora con aziende e scienziati, “inserendo” l’arte nella vita quotidiana, con installazioni che coniugano tecnologia, realtà e poesia.
Il loro lavoro è stato esposto in numerose città e contesti internazionali come New York, Hamamatsu, Beirut, Sharjah, Milano, Bruxelles, Parigi, Sarajevo, Manama, Mosca, Katowice, Braga, Buenos Aires e Roma.

sabato 28 Settembre 2019
ore 14:30 | Palazzo d’Accursio, Cortile d’onore
Blow against the walls

Archam
Musicisti balfolk

Il nome del gruppo deriva dal dialetto reggiano arciàm (richiamo, mezzo per attirare l’attenzione).
Nato da una costola dei Giovani Danzatori Bolognesi, dopo un laboratorio sperimentale di musica balfolk dall’Europa e dal mondo, oggi propone anche composizioni originali.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 22:30 | Piazza Maggiore
Balfolk

Luigi Ballerini
Psicoanalista e scrittore

Medico psicoanalista, è anche autore di libri per bambini e ragazzi, per i quali ha vinto numerosi premi: uno fra tutti, il Premio Andersen 2014 con La signorina Euforbia, maestra pasticciera (Edizioni San Paolo). Come giornalista, collabora con Avvenire, ilSussidiario.net e Il Sole 24 Ore (Job24.it). I suoi ultimi libri s’incentrano sulle tematiche dell’adolescenza e dell’essere genitori oggi.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 11:00 | Piazza Maggiore
La vita è l’arte dell’incontro

Vincenzo Balzani
Chimico

Accademico dei Lincei, è professore emerito di Chimica all’Università di Bologna. I suoi studi riguardano le reazioni chimiche provocate dalla luce, la fotosintesi artificiale e l’ideazione di dispositivi e macchine molecolari. Alla ricerca scientifica affianca un’intensa attività di divulgazione sul rapporto fra scienza e società e fra scienza e pace, con particolare riferimento ai temi dell’energia e delle risorse.
Per la sua attività scientifica ha ricevuto vari riconoscimenti, fra i quali lauree Honoris Causa presso le Università di Friburgo (Svizzera) e di Shanghai (Cina) e, nel 2013, il Nature Award for Mentoring in Science.
Autore di circa 500 pubblicazioni su riviste internazionali, ha scritto: Reading and Writing the Book of Nature (con M. Venturi, Royal Society of Chemistry 2015); Energia per l’astronave Terra. L’era delle rinnovabili (con N. Armaroli, Zanichelli 2017).

venerdì 27 Settembre 2019
ore 9:30 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Sulla natura

Paolo Benanti
Teologo

Frate francescano del Terzo Ordine Regolare (TOR), è stato recentemente nominato Ministro della Provincia religiosa di San Francesco d’Assisi. Insegna presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, presso il Pontificio Collegio di Anagni e presso l’Istituto teologico di Assisi, occupandosi di etica, bioetica ed etica delle tecnologie.
In particolare, i suoi studi si focalizzano sulla gestione dell’innovazione: Internet e l’impatto del Digital Age, le biotecnologie per il miglioramento umano e la biosicurezza, le neuroscienze e le neurotecnologie.
Membro della Pontificia Accademia per la Vita, nel 2018 è stato selezionato dal Ministero dello sviluppo economico come membro del gruppo di trenta esperti che, a livello nazionale, elaboreranno la strategia sull’intelligenza artificiale e in materia di tecnologie basate su registri condivisi e blockchain.
Tra i suoi libri: Le macchine sapienti. Intelligenze artificiali e decisioni umane (Marietti 2018); Realtà sintetica. Dall’aspirina alla vita: come ricreare il mondo? (Castelvecchi 2018); La condizione tecno-umana. Domande di senso nell’era della tecnologia (EDB 2016).

domenica 29 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
Scienza vs etica?

Alessandro Berti
Attore e regista

Dopo la scuola del Teatro di Genova fonda “L’Impasto Comunità Teatrale”, che dirige con la coreografa e attrice Michela Lucenti.
Dal 2003 al 2005 è in Friuli impegnato nella realizzazione di una Scuola popolare di teatro e di “Arte/Società/Follia”, progetto tematico su teatro e sofferenza mentale. Nel 2005 vince il premio Gherardo Gherardi con il suo “Teatro in versi”.
Dal 2006 comincia una ricerca sul monologo come veicolo privilegiato di dialogo col pubblico. “Combattimento spirituale davanti a una cucina Ikea” vince nel 2011 il premio “I Teatri del Sacro”. Calca i palcoscenici di tutta l’Italia ma tiene anche laboratori e spettacoli a “Casavuota”, la sua casa-atelier bolognese.

sabato 28 Settembre 2019
ore 19:00 | Oratorio di San Filippo Neri
Simeone e Samir

Paolo Bizzeti
Vicario Apostolico dell’Anatolia

Gesuita, vive a Iskenderun, vicino al confine con la Siria, ma la diocesi che gli è stata affidata arriva sino al Mar Nero, a 1.200 chilometri di distanza. Presiede l’Associazione Amici del Medio Oriente, che propone percorsi formativi, esercizi spirituali e pellegrinaggi nelle terre della Bibbia; incontri con comunità e singoli rappresentanti delle varie Chiese cristiane in Medio Oriente, dell’ebraismo e dell’islam; campi di lavoro e progetti di solidarietà. È stato Direttore del Centro di Spiritualità Villa San Giuseppe a Bologna e Rettore dello Scolasticato Internazionale di Filosofia della Compagnia di Gesù a Padova.
Nel 2014, per i tipi EDB, ha scritto Turchia. Guida biblica, patristica, archeologica e turistica.

sabato 28 Settembre 2019
ore 10:30 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Sotto la tenda del sultano

Giuseppe Buffon
Storico della Chiesa

Appartenente all’Ordine dei Frati Minori, è professore ordinario di Storia della chiesa moderna e contemporanea alla Pontificia Università Antonianum. La sua ricerca approfondisce un francescanesimo moderno e contemporaneo e non quello delle origini già abbondantemente sfruttato. Da qui il suo tentativo di operare una revisione dei criteri della storiografia francescana troppo incentrata sul tema delle origini e l’incentivo a studiare maggiormente non tanto la storia delle istituzioni, bensì la dimensione istituzionale delle organizzazioni religiose.
Il suo ultimo libro, edito da Terra Santa (2019), s’intitola: Francesco l’ospite folle. Il Povero di Assisi e il Sultano. Damietta 1219.

sabato 28 Settembre 2019
ore 10:30 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Sotto la tenda del sultano

Elena Buia Rutt
Poetessa e critico letterario

Ha scritto libri su Pier Vittorio Tondelli e Flannery O’Connor e con il marito Andrew Rutt ha tradotto lettere e saggi inediti di Flannery O’Connor, oltre a poesie scelte di Mary Oliver e Rowan Williams (ex Arcivescovo di Canterbury).
Collabora alle pagine culturali di diversi quotidiani e riviste nazionali, tra le quali La Civiltà Cattolica e L’Osservatore Romano del quale, dal 2019, fa parte del Comitato direttivo dell’inserto mensile “Donne Chiesa Mondo”.
La sua prima raccolta di versi Ti stringo la mano mentre dormi (Fuorilinea 2012) è entrata nella terzina dei finalisti del Premio Fogazzaro.

domenica 29 Settembre 2019
ore 16:30 | Palazzo d’Accursio, Cortile d’onore
La pace delle cose selvagge

Giuseppe Caffulli
Giornalista

Esperto di Medio Oriente, dialogo tra le religioni e missione, dirige il portale Terrasanta.net,  i magazine Terrasanta ed Eco di Terrasanta, riviste della Custodia di Terra Santa. Collaboratore di quotidiani e periodici, ha realizzato reportage in diversi continenti. Nel 2005 ha vinto il concorso letterario nazionale “Volontari per i diritti” e nel 2007 ha ricevuto il “Premio giornalistico Giuliano Ragno”.
Tra i suoi scritti: Gerusalemme. Dove tutti siamo nati ( Terrasanta 2016, insieme a Carlo Giorgi); I Santi di Papa Francesco (Terrasanta 2014); Fratelli dimenticati. Viaggio tra i cristiani del Medio Oriente (Ancora 2007).

sabato 28 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Dell’umana fratellanza e altri dubbi

Mario Calabresi
Giornalista

Ha diretto La Stampa dal 2009 al 2015 e La Repubblica dal 2016 al 2019.
Tra i suoi ultimi libri: Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa (Mondadori 2014), nel quale racconta le vicende di giovani che non hanno avuto paura di coltivare i loro sogni; Cosa tiene accese le stelle. Storie di italiani che non hanno mai smesso di credere nel futuro (Mondadori 2011); Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo (Mondadori 2007), dove racconta gli “anni di piombo”, a partire dall’omicidio del padre, il commissario Luigi Calabresi.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 11:00 | Piazza Maggiore
La vita è l’arte dell’incontro

Alberto Canepa
Regista e attore

Direttore artistico del Teatro di Camelot, inizia la sua eclettica carriera come musicista. Nel 1972 partecipa al Festival di Sanremo con il gruppo I Delirium (Ivano Fossati). Nel 1977 fonda, con Gianpiero Alloisio e Gianni Martini, il gruppo Assemblea Musicale Teatrale. Con questo gruppo, che viene invitato per quattro edizioni consecutive al Club Tenco di Sanremo, stabiliscono diverse e profonde collaborazioni artistiche Francesco Guccini, Dario Fo e Giorgio Gaber.
Nel 1981 lavora come attore con Ombretta Colli nello spettacolo “Gli ultimi viaggi di Gulliver”, sotto la regia di Giorgio Gaber.
Dal 1982 lavora come regista per la televisione; dal 1990 si occupa della regia teatrale e della direzione artistica di grandi eventi di piazza legati a ricostruzioni storiche.

sabato 28 Settembre 2019
ore 10:00 | Piazza Re Enzo
Fenicotteri e cicale

Barbara Carfagna
Giornalista

Inviata e conduttrice del Tg di Rai1, è autrice e conduttrice di Codice, il programma della Rai che approfondisce l’impatto del digitale sull’uomo e le società.
Durante la sua carriera, si è occupata di grandi fatti internazionali; sua l’intervista in esclusiva a Safya, la prima donna nigeriana condannata alla lapidazione per adulterio. Nel 2006, è stata sua la proposta di dedicare la rubrica di Rai1 Italia Italie agli immigrati di successo.
Ha vinto molti premi giornalistici, tra i quali ricordiamo, nel 2002 il Premio Ilaria Alpi con un reportage dall’Etiopia e, quest’anno, il Premio Mariagrazia Cutuli per la capacità di investigare e divulgare la complessità del mondo digitale.
Ha curato per Mondadori gli ebook Democrazia digitale: la seconda fase (2018) e Rete di sicurezza: guida alla cybersecurity per imprenditori e manager (2017).

domenica 29 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
Scienza vs etica?

Giulia Castegnaro
Formatrice

Antropologa ed esperta del mondo arabo, durante il periodo universitario ha svolto attività di volontariato e studio in Medioriente. Attualmente si occupa di gestire la comunicazione online e offline della proposta di dialogo interreligioso e interculturale “Viaggio Intorno al Mondo” e collabora in alcuni progetti con una scuola privata di lingue.

giovedì 26 Settembre 2019
ore 17:00 – 21:00 | Cinema Teatro Antoniano
Dialogare per vivere

Valentino Cottini
Biblista

Sacerdote, insegna Relazioni islamo-cristiane presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica (PISAI) e Islamistica presso la Pontificia Università Urbaniana e presso l’Accademia Alfonsiana di Roma. Dal 2012 al 2018 è stato preside del PISAI. Dirige la rivista Islamochristiana.
I suoi interessi di ricerca vertono soprattutto sullo studio della Bibbia, del Corano e delle relazioni islamo-cristiane.

domenica 29 Settembre 2019
ore 11:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Dialoghi fraterni

Simone Cristicchi
Cantautore

Si affaccia al panorama musicale italiano nel 2005 con il singolo “Vorrei cantare come Biagio”, che riceve molti premi, tra i quali: il Gaber e il Leone d’Argento di San Marco (Biennale Musica). Nel 2006 pubblica il suo primo album “Fabbricante di canzoni”; il settimanale americano Stylus Magazine lo seleziona come “album of the week”.
Con il Festival di Sanremo 2006 e il brano “Che bella gente” arriva la prestigiosa Targa Tenco. Nel 2007 vince il Festival di Sanremo grazie al brano “Ti regalerò una rosa”. Oltre al Festival, vince anche il Premio della Critica. Nel 2010, riscontra un nuovo successo al Festival di Sanremo con “Meno male” e l’aggiudicazione del Premio Mogol.
Nel 2011 gli viene riconosciuto il Premio Amnesty Italia per il brano “Genova Brucia”.
Nel 2013 è tra i big di Sanremo con i brani “Mi manchi” e “La prima volta (che sono morto)”; segue la pubblicazione del suo quarto cd, dal titolo: “Album di famiglia”. L’intensa attività musicale non frena però il suo impegno nel mondo del teatro e mette in scena lo spettacolo di maggior successo “Magazzino 18”, che racconta dell’esodo degli italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia. A novembre 2017 viene nominato direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo.
Nel 2018 è ospite, al Festival di Sanremo, di Fabrizio Moro ed Ermal Meta interpretando il brano “Non mi avete fatto niente”. Il brano risulterà vincitore dell’edizione. Partecipa all’ultima edizione di Sanremo con il brano “Abbi cura di me”, che gli vale il Premio Sergio Endrigo per la migliore interpretazione e il Premio Bigazzi per la miglior composizione.

sabato 28 Settembre 2019
ore 21:15 | Piazza Maggiore
Abbi cura di me

Gigi De Palo
Presidente del Forum delle associazioni familiari

Giornalista e saggista, ha ricoperto cariche istituzionali come la presidenza delle Acli provinciali di Roma nel 2005 e, dal 2011 al 2013, l’assessorato alla Famiglia, alla Scuola e ai Giovani di Roma Capitale. Dal 2015, è Presidente del Forum delle associazioni familiari.
Con la moglie Anna Chiara Gambini, nel 2018 ha scritto Ci vediamo a casa. La famiglia e altri meravigliosi disastri (Sperling & Kupfer), “il ritratto a due voci della vita di una famiglia, senza filtri rosa e senza la pretesa di fornire ricette, perché ricette non ce ne sono. Se non l’amore e la voglia di mettersi in gioco ogni giorno”.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Sala Tassinari
Ne parliamo a casa!

Ivano Dionigi
Filologo

Magnifico Rettore dell’Università di Bologna fino a giugno 2015, ha incentrato i suoi studi su versanti molteplici: romano e greco, pagano e cristiano, classico e umanistico, latino e italiano, antico e moderno. Una prospettiva privilegiata è quella delle traduzioni d’autore (in particolare di Lucrezio) e della storia delle idee. Da segnalare, nell’ultimo decennio, una nuova e duplice direzione di ricerca: da un lato, l’interesse per i rapporti fra discipline umanistiche e scienze “esatte”, da inquadrare secondo un nuovo paradigma di congiunzione e alleanza, che superi la tradizionale impostazione delle “due culture”; dall’altra, un’intensa attività di divulgazione della cultura classica, perseguita attraverso il Centro Studi “La permanenza del Classico” di cui è fondatore e direttore dal 1999.
Tra i suoi numerosi scritti: Osa sapere. Contro la paura e l’ignoranza (Solferino 2019); Quando la vita ti viene a trovare. Lucrezio, Seneca e noi (Laterza 2018); Il presente non basta. La lezione del latino (Mondadori 2016).

venerdì 27 Settembre 2019
ore 9:30 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Sulla natura

Johnny Dotti
Pedagogista

È docente a contratto di Sociologia all’Università Cattolica di Milano e imprenditore sociale. Amministratore delegato di On! Srl Impresa Sociale (che ha lo scopo di portare l’innovazione di modello su alcuni dei temi sociali più urgenti per il paese, come il lavoro, l’immigrazione, le politiche di welfare e la valorizzazione del patrimonio), ha presieduto il ​ Cgm (la più grande rete di cooperazione sociale in Italia) e Welfare Italia Servizi srl (una rete di poliambulatori, presente in varie città d’Italia, che prevede forme mutualistiche e costi sociali a portata anche dei meno abbienti).
Per la EMI ha scritto: Educare è roba seria. Corresponsabilità, oratorio, vocazione. Parole per il domani (2018).

giovedì 26 Settembre 2019
ore 17:00 – 21:00 | Cinema Teatro Antoniano
Dialogare per vivere

domenica 29 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Questa casa non è un albergo!

Sabina Fadel
Giornalista

Dal 1988 lavora al Messaggero di sant’Antonio, del quale dal 2007 è caporedattore per l’edizione nazionale e dal 2011 al 2018 anche dell’edizione per gli italiani all’estero.
Da circa vent’anni è una francescana secolare.

sabato 28 Settembre 2019
ore 9:30 | Piazza Maggiore
Ascoltare, capire, agire

Antonello Fanelli
Religioso

Appartenente all’Ordine dei Frati minori conventuali, è stato direttore del Centro Francescano nell’area del mediterraneo per la pastorale giovanile e vocazionale. Attualmente è delegato della Custodia Generale del Sacro Convento di Assisi per l’Ecumenismo, il Dialogo interreligioso, la Giustizia, la Pace e l’integrità della Creazione.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 15:30 | Piazza Maggiore
Fatti di dialogo

Adriana Faranda
Ex-militante nelle Brigate Rosse

Agli inizi degli anni Settanta entrò nelle Brigate Rosse, all’interno delle quali ricoprì ruoli direttivi. Fu tra i componenti della colonna romana che organizzò il sequestro di Aldo Moro. Alla fine di quel decennio, abbandonò l’organizzazione terroristica per dissensi interni, ma il 29 maggio 1979 venne arrestata. Per essersi “dissociata” dal terrorismo, ebbe sgravi di pena, ed uscì in libertà condizionale nel 1994. Da allora, è impegnata in un percorso di giustizia riparativa.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
La forza dell’incontro

Gerolamo Fazzini
Giornalista

Giornalista, saggista e autore televisivo, ha diretto dal 2001 al 2013 il mensile Mondo e Missione. È consulente di direzione per il settimanale Credere e il mensile Jesus. Collabora con il sito Vatican Insider de La Stampa e Avvenire, come editorialista. Insegna “Teorie e tecniche del giornalismo a stampa” all’Università Cattolica di Brescia. Ha ideato e diretto il Festival della missione. È autore di vari libri, alcuni dei quali tradotti all’estero.
Nel 2015, per la EMI, ha scritto In catene per Cristo. Diari di martiri nella Cina di Mao.

sabato 28 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Nell’anima della Cina

Marco Ferrari
Insegnante

Marco Ferrari insegna filosofia e storia al Liceo Malpighi di Bologna di cui è vice preside. È ideatore e direttore del Concorso nazionale di filosofia per le superiori Romanae Disputationes (RD), dell’Accademia di Video Making (AVM), del concorso di narrativa Opera Prima (OP) e di webinar di storia, letteratura e arte contemporanea. Co-curatore di TEDxYouth@Bologna 2016 e 2017, tra i dieci finalisti dell’Italian Teacher Prize 2017 del Miur, è direttore della Bottega di Filosofia di Diesse (BdF). È socio fondatore dell’associazione “Amore per il sapere – APIS”. Ha pubblicato i “Quaderni della ricerca” di Loescher 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019 relativi ai percorsi formativi di Romanae Disputationes e i volumi Libertà va cercando. Percorsi di filosofia medievale (Mimesis, 2016), Il problema della giustizia. Percorsi di filosofia (Mimesis, 2017), Logos e techne. Tecnologia e filosofia (Mimesis, 2017) e La natura del bello (Mimesis, 2019).

venerdì 27 Settembre 2019
ore 11:00 | Piazza Maggiore
La vita è l’arte dell’incontro

Marco Finco
Autore e interprete teatrale

Appartenente all’Ordine dei Cappuccini, è responsabile del Centro culturale francescano artistico “Rosetum” di Milano.
La sua attività teatrale nasce con gli ospiti disabili dell’Istituto Sacra famiglia di Cesano Boscone, dove prestava servizio, e prosegue grazie alla collaborazione con Carlo Rossi e la Compagnia teatrale de “Gli Incamminati”, con l’autore Giampiero Pizzol, il musicista Giorgio Borghini e tanti altri artisti mossi dal desiderio di raccontare storie di fede e speranza.
Con la sigla FinComics, sono numerosi gli spettacoli ideati e interpretati da fra Marco, dedicati ai ragazzi, ma non solo.

sabato 28 Settembre 2019
ore 15:00 | Piazza Re Enzo
Il cavaliere nel sacco

Anna Chiara Gambini
Grafico

Impegnata nel sociale, testimonia la bellezza di avere una famiglia numerosa. Con il marito Gigi De Palo (Presidente del Forum delle associazioni familiari), nel 2018 ha scritto Ci vediamo a casa. La famiglia e altri meravigliosi disastri (Sperling & Kupfer), “il ritratto a due voci della vita di una famiglia, senza filtri rosa e senza la pretesa di fornire ricette, perché ricette non ce ne sono. Se non l’amore e la voglia di mettersi in gioco ogni giorno”.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Sala Tassinari
Ne parliamo a casa!

Rosa Giorgi
Storico dell’arte

Esperta di iconografia e iconologia, soprattutto in ambito di arte cristiana, dal 2006 è direttrice del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano.
Da diversi anni collabora con Electa come autrice di volumi, alternando tale attività con cicli di lezioni di storia dell’arte e, in particolare, di iconografia cristiana.
La sua ultima pubblicazione, edita da Terra Santa (2019), s’intitola: Francesco e il sultano nell’arte.

sabato 28 Settembre 2019
ore 11:00 | Basilica e Convento di San Francesco
San Francesco e il sultano: iconografia di un incontro

sabato 28 Settembre 2019
ore 17:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
I colori di un incontro, san Francesco e il sultano

Kamel Layachi
imam nelle Comunità Islamiche del Veneto

Membro del consiglio direttivo nazionale dell’UCOII, è impegnato da anni nel gettare ponti, nel diffondere la cultura del dialogo interreligioso e interculturale e nella formazione. Nel 2013, ha ricevuto il Premio Benevento per il dialogo interreligioso. Negli anni, ha ricoperto diversi incarichi nelle Comunità islamiche del Triveneto. Nato in Algeria, risiede nel trevigiano da circa 25 anni ed è imprenditore. 

domenica 29 Settembre 2019
ore 11:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Dialoghi fraterni

Le Charlot
Quartetto d’archi e flauto

Il gruppo musicale è composto da flauto traverso (Chiara Campagnoni), violino (Giovanna Mascagni), viola (Letizia Viola) e violoncello (Marina Scaramagli).
Chiara Campagnoni è diplomata al conservatorio, suona in varie formazioni cameristiche e insegna presso associazioni musicali a bambini e ragazzi. Suona anche il piano e il violoncello e dirige cori.
Giovanna Mascagni insegna il violino e musica d’insieme presso diverse scuole di musica e collabora con varie formazioni cameristiche.
Letizia Viola insegna il violino e la viola in varie scuole di musica e ha collaborato con alcune orchestre, tra le quali la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna e l’Orchestra Toscanini di Parma. Ha svolto attività cameristica in Italia e all’estero in Giappone, Brasile, Germania e Spagna. Ha suonato col gruppo rock “I 5 Per” di Claudio “Gallo” Golinelli, bassista di Vasco Rossi. Attualmente collabora con un’orchestra di tanghi argentini.
Marina Scaramagli insegna in diverse scuole di musica. Suona anche il violoncello elettrico nella rock band “Historia”.

domenica 29 Settembre 2019
ore 16:30 | Palazzo d’Accursio, Cortile d’onore
La pace delle cose selvagge

Le Verdi Note dell’Antoniano
Coro

Il coro è nato nel 1989 da un’idea di Mariele Ventre; le “Verdi Note” sono oggi composte da ragazzi dai 16 anni in su. La direzione corale è affidata a Stefano Nanni, mentre la regia teatrale a Fabiola Ricci.
Il repertorio delle “Verdi Note” è vario e vasto: spazia dalla musica classica al pop-rock, dal musical al gospel; è molto impegnato anche nella musica sacra, con canti liturgici sia in chiave “moderna” che tradizionale.
Nel corso degli anni, il coro ha preso parte a numerose co-produzioni televisive Rai1 e Antoniano di Bologna, tra le quali lo “Zecchino d’oro” e la “Festa della mamma”. Nel 2011, Antoniano Production abbraccia il progetto “6 in cammino“, programma televisivo andato in onda su Boing.

domenica 29 Settembre 2019
ore 16:30 | Piazza Re Enzo
Il mondo da lontano

Anna Luce Lenzi
Insegnante

Traduttrice e curatrice di antologie scolastiche, si è interessata alla letteratura popolare, alla quale ha dedicato diversi volumi.
Con il marito Eraldo Affinati, nel 2008 ha fondato la Scuola Penny Wirton, per l’insegnamento gratuito della lingua italiana ai migranti.

giovedì 26 Settembre 2019
ore 17:00 – 21:00 | Cinema Teatro Antoniano
Dialogare per vivere

Luigi Benedetto Linguerri
Imprenditore

Professore a contratto presso l’Università di Bologna, alla scuola di Ingegneria nel corso di Technology Entrepreneurship, nel 2016 ha fondato Local To You, piattaforma per la vendita di prodotti agricoli che oggi serve più di 2.000 famiglie in Emilia-Romagna e 60 ristoranti nella città di Bologna.
Ha lavorato per tre anni presso H-FARM, avanguardistica piattaforma di innovazione e acceleratore di startup, dove si è avvicinato al mondo dell’impresa sociale e della trasformazione digitale.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Lavoro per tutti?

Marcello Longhi
Presidente Opera San Francesco per i Poveri

Frate minore cappuccino, si è occupato di formazione dei giovani prima  in ambito parrocchiale a Milano e in seguito a livello regionale per i Frati Cappuccini di Lombardia. Da settembre 2017 a maggio 2019 è vicepresidente dell’Associazione Opera San Francesco per i Poveri, una realtà che dal 1959 garantisce ai poveri assistenza gratuita e accoglienza. Da maggio 2019 ne diviene presidente. È inoltre vice presidente e consigliere della Fondazione Opera San Francesco per i Poveri.

sabato 28 Settembre 2019
ore 9:30 | Piazza Maggiore
Ascoltare, capire, agire

Giuseppe O. Longo
Matematico, ingegnere, divulgatore scientifico

Ha compiuto ricerche e insegnato in varie università europee e americane; in Italia ha introdotto la Teoria dell’informazione. Ha diretto il settore “Linguaggi scientifici e letterari” del Laboratorio interdisciplinare della International School for Advanced Studies (SISSA) di Trieste.
Attualmente si occupa di comunicazione, di intelligenza artificiale, del rapporto uomo-computer, delle conseguenze socioculturali delle tecnologie e in particolare di roboetica. Su questi temi svolge un’intensa attività divulgativa collaborando a quotidiani e riviste e ha pubblicato svariati saggi, tra i quali: Bit Bang. La nascita della filosofia digitale (con A. Vaccaro, Apogeo Education 2013); Il simbionte. Prove di umanità futura (Mimesis 2013); Homo technologicus (Meltemi 2005).

domenica 29 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
Scienza vs etica?

Stefano Luca
Responsabile nazionale del servizio Ecumenismo e Interreligione OFMCap

Frate Minore Cappuccino, dopo aver concluso gli studi di baccellierato con la tesi intitolata Beati gli stranieri, saranno il mio figlio unico nella mia casa. Lo sguardo accogliente dell’ospitalità biblica e coranica e approfondito gli studi in ambito ecumenico presso il Centro Pro-Unione di Roma; studia lingua araba prima in Libano e successivamente in Tunisia e nel 2019 consegue la Licenza in teologia coranica e islamistica presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica PISAI di Roma. Fra Stefano inoltre è diplomato all’Accademia dei filodrammatici di Milano e da più di dieci anni si occupa di interventi di presa di cura delle persone attraverso azioni di Teatro Sociale. Ha compiuto numerosi interventi missionari in Nord Africa, Africa Sub Sahariana e, più recentemente, Medio Oriente lavorando con diverse fragilità: ospedali, carceri, comunità per minori a rischio, tossicodipendenti, disagio psichico, bambini di strada, bambini soldato, team building… È docente di Conduzione di gruppi di teatro sociale presso il master di Teatro nel Sociale dell’Università La Sapienza di Roma. Dirige il programma Reabilitation & Reintegretion Social Theatre Program a favore dei bambini formalmente associati a gruppi e forze armate (bambini soldato).

giovedì 26 Settembre 2019
ore 17:00 – 21:00 | Cinema Teatro Antoniano
Dialogare per vivere

sabato 28 Settembre 2019
ore 15:30 | Piazza Maggiore
Fatti di dialogo

Maurizio Marchesini
Imprenditore

Presidente di Marchesini Group S.p.A., inizia la sua carriera imprenditoriale nell’azienda di famiglia, guidandola nel passaggio da piccola impresa artigianale ad azienda con 2.000 dipendenti, leader nel settore packaging di prodotti farmaceutici e cosmetici.
Già presidente di Unindustria Bologna e Confindustria Emilia – Romagna, è attualmente componente del consiglio generale di Confindustria. È Presidente di FiD (Fare impresa in Dozza) – fondazione nata da una collaborazione di più imprese del territorio per creare lavoro all’interno della Casa Circondariale della Dozza di Bologna. Nel 2013 è nominato Cavaliere del Lavoro dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Lavoro per tutti?

Adnane Mokrani
Teologo

Di nazionalità tunisina, è professore di studi islamici e di relazioni islamo-cristiane presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica e presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma.
Presiede il Cipax (Centro interconfessionale per la pace): un’associazione culturale e di promozione sociale fondata a Roma nel 1982 per promuovere la collaborazione delle forze religiose e laiche per la costruzione della pace, della giustizia e della salvaguardia del creato.
Nel 2010, per Icone editore, ha scritto Leggere il Corano. Corano a Roma.

sabato 28 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Dell’umana fratellanza e altri dubbi

Agnese Moro
Giornalista

Collabora con La Stampa e il mensile Madre. Partecipa alle attività della Rete degli archivi per non dimenticare, promossa dal Centro di documentazione Archivio Flamigni di cui è socia. Con Un uomo così. Ricordando mio padre (BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2008) ha ricevuto il premio speciale Anna Maria Ortese nella XX edizione del premio letterario Rapallo-Carige. Nel libro, Agnese traccia un ritratto intimo di Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana, ucciso dalle Brigate Rosse il 16 marzo 1978, dopo 55 giorni di sequestro. Negli ultimi anni è impegnata in un percorso di giustizia riparativa.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
La forza dell’incontro

Orchestra del Collegium Musicum Almae Matris
Orchestra dell’Università di Bologna

Formata da circa 50 elementi, per la maggior parte studenti universitari e di conservatorio, e diretta da Roberto Pischedda, l’Orchestra del Collegium Musicum esplora un repertorio che spazia dalla musica barocca del Settecento alla produzione novecentesca e contemporanea, con opere anche in prima esecuzione assoluta. Le attività prevedono diversi momenti di formazione e collaborazioni con direttori e solisti di primo piano nel panorama musicale.

sabato 28 Settembre 2019
ore 21:15 | Piazza Maggiore
Abbi cura di me

Alberto Joan Pari
Incaricato della Custodia di Terra Santa per il dialogo culturale, ecumenico e interreligioso

Francescano dell’Ordine dei Minori, è direttore dell’Istituto Magnificat: la scuola di musica della Custodia di Terra Santa frequentata da cristiani, musulmani ed ebrei. È anche co-ideatore di un’esperienza interreligiosa denominata “Amen, una casa di preghiera per le tre religioni”.

domenica 29 Settembre 2019
ore 15:30 | Piazza Maggiore
Fatti di dialogo _ Progetto Amen di Custodia di Terra Santa

Luca Piras
Viceministro nazionale Ofs

Ingegnere, è entrato  a far parte della Gioventù Francescana nel 1994. Presidente locale a Cagliari dal 1998 al 2001 e consigliere regionale dal 2000 al 2003, è professo Ofs dal 2000. È stato ministro regionale della Sardegna dal 2015 al 2018.

sabato 28 Settembre 2019
ore 9:30 | Piazza Maggiore
Ascoltare, capire, agire

Fabrizio Poggi
Cantautore e armonicista

Tra i bluesmen italiani più conosciuti e stimati in America, ha all’attivo ventidue album, di cui molti registrati negli Stati Uniti. Ha suonato con tanti grandi del blues, del rock e della canzone d’autore, tra i primi artisti italiani a sostenere lunghi tour nel continente americano. In Italia ha collaborato, tra gli altri, con Eugenio Finardi, Enrico Ruggeri, i Nomadi e Francesco Baccini. Vincitore di numerosi premi internazionali, nel novembre 2017 viene candidato ai Grammy Awards 2018 per il disco “Sonny & Brownie’s last train” registrato con Guy Davis. Il disco è tra i cinque migliori album della categoria Best Traditional Blues.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 21:00 | Piazza Maggiore
Un etto d’anima netto

Romano Prodi
Economista

All’insegnamento universitario ha unito un’intensa attività di ricerca inizialmente indirizzata verso lo sviluppo delle piccole e medie imprese e dei distretti industriali e la politica antitrust; successivamente orientata allo studio delle relazioni fra Stato e Mercato; le politiche di privatizzazione; il ruolo centrale giocato dai sistemi scolastici nella promozione dello sviluppo economico e della coesione sociale; il processo di integrazione europea e la dinamica dei diversi “modelli di capitalismo”.
È stato Ministro dell’Industria; presidente dell’IRI, l’Istituto per la Ricostruzione Industriale; Presidente del Consiglio dei Ministri e Presidente della Commissione europea di Bruxelles. Dal 2008 al 2014 ha presieduto il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa.
Nella sua lunga carriera accademica e istituzionale ha ricevuto numerosi riconoscimenti, di cui 39 lauree Honoris Causa da università di tutto il mondo.
Le sue più recenti pubblicazioni sono: Il piano Inclinato (Il Mulino 2017) e Missione incompiuta. Intervista su politica e democrazia (Laterza 2015).

sabato 28 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Nell’anima della Cina

Timothy Radcliffe
Teologo e biblista

Già maestro generale dell’Ordine domenicano e direttore de Las Casas Institute alla Blackfriars Hall di Oxford, che si occupa di approfondire l’attualità sociale, è consultore del Pontificio consiglio della giustizia e della pace. Ha ricevuto 12 lauree Honoris Causa e i suoi libri sono tradotti in 24 lingue. Nel 2007, ha vinto il Michael Ramsey Prize per gli scritti teologici.
Per la EMI ha scritto: Alla radice la libertà. I paradossi del cristianesimo (2018), Il bordo del mistero. Aver fede nel tempo dell’incertezza e La via della debolezza. Con Gesù sul cammino della salvezza (2016).

domenica 29 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Il dialogo creativo: conversazioni tra cristiani e non credenti

Federico Ruozzi
Storico

Ricercatore presso la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII dal 2007; ha studiato all’Università di Modena e Reggio Emilia, dove ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Scuola di dottorato in Scienze Umane (indirizzo storico) con una tesi sull’analisi delle fonti radiotelevisive relative al Vaticano II (Il Mulino, 2012). Studioso del rapporto tra chiesa e media, ha pubblicato diversi articoli su riviste e volumi internazionali. Collabora con l’Università di Modena e Reggio Emilia, con la Rai e con l’Istituto della Enciclopedia Italiana, per il quale ha curato, assieme ad Alberto Melloni e Maria Silvia Farci, il volume Immagini dell’Italia unita (2011). Ha curato Tutte le opere di Lorenzo Milani (Mondadori, 2017).

domenica 29 Settembre 2019
ore 20:00 | Cinema Lumière
L’insulto

Brunetto Salvarani
Teologo e giornalista

Insegna Missiologia e Teologia del dialogo presso la Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna di Bologna e presso gli Istituti superiori di Scienze religiose di Modena, Forlì e Rimini. È presidente dell’associazione Amici di Neve Shalom Wahat al-Salam. Dirige la rivista QOL. Fa parte della redazione della trasmissione Rai2 Protestantesimo ed è fra i conduttori della trasmissione radiofonica di Rai Radio3 Uomini e Profeti.
Fra i suoi libri più recenti: Il folle sogno di Neve Shalom Wahat alSalam (Terra Santa 2017); Teologia per tempi incerti (Laterza 2018); Molte volte e in diversi modi (con M. Dal Corso, Cittadella 2016); Papa Francesco. Il dialogo come stile (EDB 2016); Un tempo per tacere e un tempo per parlare (Città Nuova 2016); I ponti di Babele (con P. Naso, EDB 2015).

sabato 28 Settembre 2019
ore 15:00 | Palazzo d’Accursio, Cappella Farnese
Dell’umana fratellanza e altri dubbi

Carlotta Sami
Portavoce UNHCR per il Sud Europa

Ha iniziato a lavorare nei Territori Palestinesi, dove ha collaborato con numerose organizzazioni italiane e internazionali. Dal 2003 al 2008 ha diretto i programmi di Save the Children in Italia, ricoprendo anche il ruolo di portavoce. Dal 2012 al 2013, prima di dirigere le comunicazioni dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, è stata direttrice generale di Amnesty International in Italia.

sabato 28 Settembre 2019
ore 9:30 | Piazza Maggiore
Ascoltare, capire, agire

Shoek
Rapper

Pioniere del Gospel Rap in Italia, è fondatore del team artistico I.M.S. Nato nel 1986 nella  comunità di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, dove erano ospitati entrambi i genitori, conosce sin da adolescente alcool, droga e prostituzione. Sente il richiamo di Dio e conosce la fede. Da allora, utilizza la musica per portare un messaggio di speranza e di redenzione.

mercoledì 25 Settembre 2019
ore 16:00 – 22:00 | Piazza Verdi
Io sogno per domani

Antonio Spadaro
Direttore de La Civiltà Cattolica

Gesuita, dirige La Civiltà Cattolica: rivista fondata nel 1850, che approfondisce tematiche teologiche, filosofiche, morali, sociali, politiche e letterarie.
È consultore del Pontificio Consiglio della Cultura e fa parte del Boards of Directors della Georgetown University di Washington.
Nel 1998 ha fondato BombaCarta, un progetto culturale di esercizio e riflessione sull’esperienza creativa basato su idee condivise e su una forte dimensione comunitaria.
Cura il blog CyberTeologia.it. È autore del primo libro di conversazione con il Pontefice argentino: La mia porta è sempre aperta. Una conversazione con Antonio Spadaro (Rizzoli 2013) che ha avuto diffusione internazionale. Recentemente è intervenuto più volte sulla Cina e sui rapporti sino-vaticani. Sul tema ha curato due volumi editi da Ancora: Nell’anima della Cina. Saggezza, storia, fede (2018) e La Chiesa in Cina. Un futuro da scrivere (2019).

sabato 28 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Nell’anima della Cina

Gio Stefani
Chitarrista

Diplomato all’Accademia del Suono di Milano al Master di Chitarra Rock (MCR®) di Donato Begotti, nel 2009 vince il premio per miglior tecnica al Guitar Connection di Urbania (PU), nel 2011 si aggiudica una borsa di studio al Berklee College of Music di Boston, il più importante istituto universitario privato al mondo dedicato alla musica contemporanea. Ha all’attivo più di 700 concerti nei quali ha suonato sui palchi dei migliori club e locali live d’Italia, oltre a esperienze all’estero (Croazia, Belgio, Irlanda). Chitarrista del duo Bifolk, dal 2012 è il chitarrista ufficiale della rock band I RIO.  Nel 2016 prende parte al progetto collettivo Rockin’ 1000, la più grande rock band del mondo.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 21:00 | Piazza Maggiore
Un etto d’anima netto

TeatrO dell’Orsa
Compagnia teatrale

Monica Morini e Bernardino Bonzani, sono autori/attori e registi della compagnia. La drammaturgia si arricchisce e prende forza spesso grazie al continuo intrecciarsi con il lavoro di ricerca musicale di Gateano Nenna, Fabio Bonvicini, Claudia Catellani. Nella compagnia trova spazio lo scenografo e costruttore di macchine teatrali Franco Tanzi, attore e mimo; l’illustratore Michele Ferri in scena in alcuni spettacoli. La scrittrice per l’infanzia Annamaria Gozzi collabora alla drammaturgia e ai progetti di ricerca, Antonella Talamonti cura la formazione musicale e vocale degli attori. Con il regista Alessandro Scillitani sono stati realizzati diversi docufilm. Nicolò Sala e Lucia Manghi si occupano dell’ideazione luci e collaborano alla parte tecnica. Una costola del TeatrO dell’Orsa sono gli allievi del Laboratorio Teatrale Permanente che spesso prendono parte ai progetti e agli eventi speciali e un gruppo di giovani attori rifugiati protagonisti degli spettacoli Questo è il mio nome e Argonauti (Premio per la Pace Giuseppe Dossetti 2017).
Nell’ambito del teatro ragazzi, la compagnia opera con una esperienza che si forma sin dagli inizi degli anni ’90.
Nel 2003, nell’ambito di Scenario, il più importante riconoscimento teatrale nazionale riservato alle nuove compagnie, il TeatrO dell’Orsa riceve il Premio Ustica per il Teatro di impegno civile e sociale per lo spettacolo Cuori di Terra – Memoria per i sette fratelli Cervi. Nel 2009, la compagnia vince il Premio I Teatri del Sacro indetto da Federgat / Eti Roma con lo spettacolo Il Vangelo visto da un cieco di Giampiero Pizzol.
Nel 2018 è nato il progetto culturale “Casa delle Storie”, una fucina di Teatro, Arte, Musica e Cultura.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 9:30 | Piazza Maggiore
A ritrovar le storie

domenica 29 Settembre 2019
ore 11:00 | Piazza Re Enzo
A ritrovar le storie

Teatro di Camelot
Compagnia teatrale

Attori e disabili professionisti, per un teatro sociale di interesse collettivo, dai linguaggi artistici e poetici che parlano a tutti.
Dal 2000: spettacoli, film, laboratori formativi, arte e intrattenimento. Il processo artistico genera benessere, rende visibili ed apre al contatto con persone esterne al proprio ambiente. L’arte promuove valore e riconoscimento dei propri talenti. Per il pubblico è possibile vedere l’imperfezione come comunicazione di cultura, che è sinonimo di libertà.

sabato 28 Settembre 2019
ore 10:00 | Piazza Re Enzo
Fenicotteri e cicale

Marco Tibaldi
Teologo

Dirige l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “SS. Vitale e Agricola” di Bologna, dove insegna Teologia fondamentale.
È membro della Commissione per l’apostolato biblico dell’Ufficio Catechistico Nazionale e collabora ad alcuni progetti del Pontificio Consiglio per la Famiglia.
Ha fondato la Compagnia teatrale “Gli amici di Guido”, che da più di venti anni racconta le storie della Bibbia e della tradizione popolare di diversi paesi.
Collabora con diverse testate, tra le quali La Civiltà Cattolica e Radio Maria (per la quale cura la rubrica I capolavori dell’arte italiana).

sabato 28 Settembre 2019
ore 19:00 | Piazza Re Enzo
Fellini Circus

domenica 29 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Re Enzo
Sheherazade, una donna da “Mille e una notte”

Franco Vaccari
Presidente e fondatore di Rondine Cittadella della Pace

Fin dagli anni dell’università si impegna nell’attivismo cattolico, sociale e nel volontariato, educando i giovani al dialogo, al confronto e all’apertura ai diversi paradigmi della religione.
Proprio con un gruppo di giovani, insieme agli amici di Giorgio La Pira, nel 1988 decide di aprire un canale di comunicazione con l’Unione Sovietica, attraverso la figura della first lady Raissa Gorbačëva, allora presidente del Fondo Sovietico per la cultura. Portando a Mosca la testimonianza di pace incarnata dalla figura di San Francesco d’Assisi, Vaccari pone le fondamenta di proficue relazioni di fiducia con alcune personalità della cultura e con il Cremlino, che nel 1995 lo condurranno a gestire una complessa mediazione di pace tra il governo russo e la secessionista Repubblica di Cecenia.
Diventato figura di riferimento per entrambe le parti, nel 1997 accoglie la richiesta di ospitare alcuni giovani nel borgo di Rondine, per educarli alla leadership in paesi dilaniati dalla guerra. Fonda così Rondine Cittadella della Pace, di cui è tutt’oggi presidente.
Psicologo, direttore del Nuovo Laboratorio di psicologia ad Arezzo e docente di Psicologia, ha ricevuto, tra gli altri, il Premio Minerva in Campidoglio a Roma e il Premio Dossetti.
Autore di numerosi articoli su quotidiani e riviste, nel 2019 per i tipi San Paolo è uscito Rondine Cittadella della Pace. Storie di nemici che si incontrano.

domenica 29 Settembre 2019
ore 17:30 | Piazza Maggiore
Fatti di dialogo _ Rondine Cittadella della Pace

Annalisa Vandelli
Fotoreporter

I suoi articoli e le sue fotografie sono stati pubblicati su diverse testate come Il Corriere della Sera, Rai, Repubblica.tv, Avvenire, L’Espresso, Huffington Post. Dal 2015 insegna fotogiornalismo presso l’Università di Roma 3.
La sezione pontificia Migranti e Rifugiati utilizza le sue immagini abbinandole alle parole di papa Francesco in tema di promozione integrale della persona, soprattutto migrante.
Ha indagato situazioni di emergenza e paesi cosiddetti “in via di sviluppo” come Etiopia, Nicaragua, Tunisia, Guatemala, Pakistan, Territori Palestinesi, Kenya, campi profughi saharawi, Egitto, Albania, El Salvador, Giordania, Libano.
Molte le mostre dedicate ai suoi racconti visivi; In un vortice di polvere, curata da Tatiana Agliani e dal maestro di fotogiornalismo Uliano Lucas, è stata recentemente esposta a Palazzo d’Accursio dal Green Social Festival di Bologna.
Il suo ultimo volume fotografico s’intitola Per puro splendore. In viaggio con Nexus (Editrice Socialmente 2018).

venerdì 27 Settembre 2019
ore 17:30 | Piazza Maggiore
Fatti di dialogo _ Parole, immagini, gesti

venerdì 27 Settembre 2019
ore 21:00 | Piazza Maggiore
Un etto d’anima netto

Stefano Zamagni
Economista

Insegna Economia Politica all’Università di Bologna ed è Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center. I suoi studi riguardano l’ambito dell’economia politica internazionale, economia civile, economia ed etica, teorie del comportamento dei consumatori e della scelta sociale, epistemologia economica.
Ha ottenuto le lauree Honoris Causa in Economia presso l’Università F. de Vitoria, Madrid (2010) e presso l’Università Carolina di Praga (2012). Nel 2010 gli è stato conferito il Premio Giorgio La Pira per la pace. Dal 2007 al 2011 è stato presidente dell’Agenzia per le Onlus e nel 2019 papa Francesco lo ha nominato presidente della Pontificia Accademia delle scienze sociali.
Il suo ultimo libro, edito da Il Mulino (2019), s’intitola: Responsabili. Come civilizzare il mercato.

venerdì 27 Settembre 2019
ore 16:00 | Piazza Maggiore
Lavoro per tutti?

Matteo Maria Zuppi
Arcivescovo di Bologna

Prima di essere Arcivescovo di Bologna, è stato Vescovo ausiliare di Roma e Vescovo titolare di Villanova.
Dal 2000 al 2012 ha ricoperto il ruolo di Assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio.
Negli anni Novanta, il suo intervento di mediazione in Mozambico ha portato agli Accordi di Pace di Roma, che sancirono la fine delle ostilità in quel paese.

mercoledì 25 Settembre 2019
ore 16:00 – 22:00 | Piazza Verdi
Io sogno per domani

venerdì 27 Settembre 2019
ore 18:00 | Piazza Maggiore
La forza dell’incontro