info@festivalfrancescano.it     334 2609797

Festival Francescano _ Seconda giornata

Il programma di sabato 29 settembre. Tra gli ospiti dello spettacolo serale, Paolo Rumiz e il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna

 Entra nel vivo la decima edizione di Festival Francescano, a Bologna, sul tema “tu sei bellezza”.

Il programma di sabato 29 settembre inizia alle 9.30 in piazza Maggiore con “No drama: ridere crea bellezza”, spettacolo di teatro integrato di Alberto Canepa, con il Teatro di Camelot.

Alle 10, presso la sala Tassinari di Palazzo D’Accursio, la campionessa europea, mondiale e paralimpica Cecilia Camellini testimonierà come “l’essenziale sia invisibile agli occhi”. Nella Cappella Farnese, a partire dalle 10.30 una tavola rotonda illustrerà il progetto Mus-e, che intende l’espressione artistica come linguaggio comune da utilizzare contro i disagi sociali, l’emarginazione, la violenza e l’isolamento, generando integrazione e comunicazione. Tra i relatori: l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi. La tavola rotonda è a cura della Fondazione Maccaferri e prevede il riconoscimento di crediti formativi per gli insegnanti.

Dalle 10 alle 18 sarà aperta “La Città dello Zecchino d’Oro”, con numerosi laboratori gratuiti gestiti direttamente dall’Antoniano di Bologna. Tante anche le proposte delle realtà che da sempre partecipano con entusiasmo alla manifestazione.

Alle 11, un’altra tavola rotonda in piazza Maggiore avrà il compito di approfondire la bellezza generata dall’incontro con l’altro.

Nello stesso luogo, nel pomeriggio alle 15 Andrea Monda si metterà “sulle tracce della bellezza”, mentre alle 16 Lidia Maggi e Dario Vivian approfondiranno il tema del bello nella Sacra Scrittura. Introduce don Ampelio Crema, presidente di Festival Biblico.

Alle 17, presso la Cappella Farnese, Rosa Giorgi, direttrice del Museo dei Beni Culturali Cappuccini di Milano, parlerà dell’influenza del francescanesimo nella storia dell’arte. Ancora di arte si tratta, nello stesso luogo alle 18.30, con Flavio Caroli, tra i più autorevoli studiosi italiani.

Alla stessa ora, nel Cortile d’Onore di Palazzo D’Accursio, don Ampelio Crema e il giornalista Gerolamo Fazzini presenteranno la mostra “Santi della porta accanto. Giovani testimoni della fede”.

Alle 21, dal Sagrato di san Petronio, andrà in scena lo spettacolo inedito, firmato da Festival Francescano e dall’Antoniano di Bologna, “Dov’è bellezza”. Lo scrittore Paolo Rumiz, con Francesca Fialdini, volto noto della RAI, accompagnerà il pubblico in un viaggio alla ricerca della bellezza nei luoghi, nelle storie, nelle persone. Con loro, una decina di giovani musicisti provenienti da tutta l’Europa e facenti parte dell’European Spirit of Youth Orchestra diretta dal Maestro Igor Coretti-Kuret; il coro di voci bianche più famoso d’Italia, quello dell’Antoniano di Bologna e l’esperienza del coro dei detenuti del carcere “Rocco d’Amato” (noto come carcere della Dozza). L’attrice Tiziana Di Masi interpreterà le testimonianze (che lei stessa ha raccolto) di volontari che si impegnano per il bene comune e per il prossimo. Lo spettacolo è sostenuto da BPER Banca e sarà trasmesso da TV2000 il 4 ottobre, giorno di San Francesco.

Tra le novità della decima edizione di Festival Francescano, una divertente rassegna stampa a cura dei giornalisti Marco De Amicis e Andrea Iacomini (in diretta Facebook alle ore 12) e una caccia al tesoro per tutta la famiglia. È possibile ritirare il book presso lo stand dedicato al costo di 5 euro, e tra tutti coloro che lo riconsegneranno completo e corretto, verranno estratti premi. Non mancheranno workshop e laboratori, molti dei quali a sfondo artistico, ma anche di carattere sociologico e psicologico. Le iscrizioni si fanno direttamente in piazza del Nettuno nei giorni del Festival. Sarà riproposta anche la Biblioteca vivente, dove al posto dei libri, si possono chiedere “in prestito” persone che racconteranno la loro storia; le fast conference, ovvero veloci testimonianze in piazza del Nettuno, le case editrici e gli stand francescani.

About the Author